L’appello di Lecis «Renda omaggio all’antifascista Luigi Polano»

SASSARI. «Signor presidente Mattarella, mentre le auguro una serena e proficua permanenza nella città di Sassari vorrei rivolgerle un appello e formulare una proposta». Così inizia l’appello del...

SASSARI. «Signor presidente Mattarella, mentre le auguro una serena e proficua permanenza nella città di Sassari vorrei rivolgerle un appello e formulare una proposta». Così inizia l’appello del giornalista e scrittore Vindice Lecis al capo dello Stato: «A margine della visita si è appreso che si recherà, in forma privata, a rendere omaggio alle tombe dei due presidenti Antonio Segni e Francesco Cossiga. Di questi tempi di rigurgiti nazisti e fascisti e di revisionismo storico, le chiedo da cittadino di inviare un segnale forte sul versante della memoria dell’antifascismo. Quando sarà al cimitero di Sassari, per favore, renda anche omaggio a un uomo che ha dedicato tutta la sua vita alla causa della libertà e della democrazia. Si chiama Luigi Polano , è scomparso nel 1984. É stato onorato parlamentare della Repubblica nata dalla Resistenza dal 1948 al 1968. È stato un inflessibile, coraggioso, audace antifascista. Il regime lo perseguitò, lo arrestò, lo condannò al confino. Ma lui che aveva conosciuto Gramsci e Lenin non si spaventò né perse la fiducia nella lotta per affermare l'idea di una società più giusta. Sarebbe meraviglioso se lei onorasse con una sua visita la tomba di questo straordinario sassarese antifascista. La memoria non è solo ricordo ma impegno quotidiano».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes