Sotto sequestro l’immobile occupato da una famiglia rom

PORTO TORRES. L’immobile di via Manno occupato dal gennaio scorso da una famiglia rom, con sei figli piccoli, è stato sottoposto a sequestro preventivo il 30 aprile 2020 dal Giudice delle indagini...

PORTO TORRES. L’immobile di via Manno occupato dal gennaio scorso da una famiglia rom, con sei figli piccoli, è stato sottoposto a sequestro preventivo il 30 aprile 2020 dal Giudice delle indagini preliminari Pietro Spanu. L’edificio si trova a pochi metri da un ingresso del parco San Gavino e i piccoli rom giocano per strada, abbandonati a se stessi e incuranti del pericolo rappresentato dalle auto che transitano in mezzo alla via. La vicenda è stata segnalata dal consigliere Davide Tellini: «Questi bambini rimangono ogni giorno all’aria aperta e senza mascherine in una zona trafficata – ha detto – e il resto della giornata si trasferiscono ai centri commerciali di viale delle Vigne: l’amministrazione deve tutelare la sicurezza dei minori e garantire un servizio sociale all’altezza».

L’assessora alle Politiche sciali, Rosella Nuvoli, ha ricordato che la famiglia rom è seguita da sempre dal Servizio sociale: «Abbiamo allertato le forze dell’ordine e ammonito la famiglia, a cui avevamo proposto un camper per potersi spostare dalla città, ma non accetto critiche sul lavoro che abbiamo portato avanti per rimettere ordine la situazione delle famiglie rom a Porto Torres». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes