Stintino inaugura la “vera” estate

Ripartenza a scaglioni per le strutture ricettive: «Non gettiamo la spugna»

STINTINO. Sono pronti ad aprire e lo faranno a scaglioni, a iniziare da sabato 20 giugno sino a venerdì 3 luglio. Gli operatori ricettivi di Stintino si preparano per la fase 3 e cercano di lasciarsi alle spalle quasi quattro mesi di chiusure che rappresenteranno, di sicuro, un macigno che in molti si porteranno appresso nella ripartenza. «Ma lo spirito della ripresa è quello giusto e nessuno vuole gettare la spugna».

Parola dell'assessore comunale al Commercio, Angelo Schiaffino, che in questi giorni ha sentito i numerosi operatori commerciali del territorio. «La Stintino turistica è aperta e pronta ad accogliere i turisti – riprende Schiaffino – quasi la totalità, tra gli alberghi di medie e piccole dimensioni, hanno programmato una riapertura graduale e alcuni sono già aperti. Per quanto riguarda i b&b, invece, quasi il 90 per cento delle strutture ha già aperto i battenti. Gli operatori che hanno aperto e che si accingono a farlo si sono impegnati a garantire vacanze sicure nel rispetto delle misure e delle procedure anti-Covid che sono state previste. Siamo orgogliosi per la caparbietà e tenacia dei nostri operatori – prosegue – e siamo sicuri che giocheranno un ruolo fondamentale in una stagione turistica molto difficile come questa. Alcuni hanno lanciato offerte e pacchetti straordinari, altri invece si impegnano a fornire servizi extra in linea con le necessità del momento».

Bar e ristoranti invece hanno iniziato ad aprire i battenti il 18 maggio scorso: «Inizialmente – afferma – solo pochi se la sono sentita ma poi, alla spicciolata hanno aperto quasi tutti. La loro riapertura è stata fondamentale per restituire luci, colore e vita alla nostra località e accogliere i primi clienti, prima quasi tutti locali o di prossimità, mentre ultimamente si inizia a vedere qualche viso nuovo». Ripartono anche le escursioni in barca. «Diversi operatori mi hanno confermato di essere disponibili e operativi già da questo fine settimana. Ovviamente – continua Schiaffino – le prenotazioni sono ancora poche ma, sicuramente, è da apprezzare l’atto di coraggio e la voglia di ripartire, di garantire un servizio e salvare dei posti di lavoro».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes