L’Anglona raccontata in uno scatto

Via alla quarta edizione del contest targato Sa Rundine, premiazione a dicembre

PERFUGAS. Sarà un’edizione ancor più ambiziosa, malgrado l’emergenza sanitaria, che potrebbe, in fin dei conti, ispirare nuove forme di creatività. Tutto questo promette la quarta edizione dell’Anglonaphotocontest organizzato da Sa Rundine, società che si occupa di promozione e valorizzazione di beni culturali e della gestione del Map, il museo archeologico e paleobotanico di Perfugas. L’importanza del concorso, che cresce di prestigio di edizione in edizione, è dimostrata anche dal coinvolgimento di molti enti come il Gal Anglona Romangia, il Comune e la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di Sassari e Nuoro che ha una sua sede operativa a Perfugas.

Per iscriversi al concorso (entro il 30 novembre) occorrerà farsi ispirare da un territorio, quello anglonese, che ha sempre molto da dire. L’obiettivo dichiarato è, infatti, promuoverne la conoscenza, divulgando anche immagini capaci di ritrarre i siti e i luoghi di maggiore interesse che l’occhio attento di un bravo fotografo può trovare nelle aree dei dodici Comuni che ne fanno parte: Bulzi, Castelsardo, Chiramonti, Erula, Laerru, Martis, Nulvi, Perfugas, Santa Maria Coghinas, Sedini, Tergu e Valledoria. Il nome del vincitore dell’edizione 2020 si conoscerà solo il 4 dicembre, giorno della premiazione, ma prima bisognerà perfezionare l’iscrizione e consegnare entro i tempi previsti l’opera iscritta al concorso.

La commissione che visionerà e valuterà le foto sarà costituita da un solo giurato: Donatello Dore, fotografo professionista con una lunga esperienza alle spalle, autore delle illustrazioni di tanti volumi d’arte di storia dell’arte sarda, attualmente impegnato nella realizzazione di racconti fotografici. Il suo rapporto con l’Anglona è nato con il volume “Architettura Romanica in Sardegna”. Ci sarà però anche una Speciale menzione archeologica. È, infatti, previsto che i partecipanti potranno inviare da una a tre foto aventi per tema siti o reperti archeologici dell’Anglona. Anche per questo saranno autorizzati ad accedere ai siti e ai musei del territorio. La menzione sarà assegnata dall’archeologa Pina Corraine, funzionaria responsabile della sede operativa di Perfugas della Soprintendenza Archeologia. Le prime 12 foto verranno inserite nel calendario del Photocontest. Informazioni sul concorso nel sito web e nelle pagine social di sa Rundine, ma anche attraverso i recapiti telefonici 079/564241 e 3497777103. (g.p.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes