Murate le finestre dell’appartamento occupato dai Rom

PORTO TORRES. Da un paio di giorni il Comune ha murato le finestre dell’immobile di via Manno che nei mesi scorsi risultava occupato da una famiglia rom con figli piccoli. L’appartamento era già...

PORTO TORRES. Da un paio di giorni il Comune ha murato le finestre dell’immobile di via Manno che nei mesi scorsi risultava occupato da una famiglia rom con figli piccoli. L’appartamento era già stato sottoposto a sequestro preventivo dallo scorso 30 aprile, con un provvedimento del Gip, perché lo stesso nucleo familiare si era introdotto abusivamente all’interno dell’abitazione e ci era rimasto per lungo tempo.

La madre e i figli piccoli sono stati trasferiti in una struttura appositamente dedicata, ponendo così fine ad una vicenda che stava creando non pochi problemi di sicurezza. I piccoli rom giocavano infatti in mezzo ad una strada ad alta densità di traffico, il più delle volte incuranti delle auto che transitavano verso via Indipendenza o nelle vie del quartiere di Monte Agellu.

«Col trasferimento abbiamo dato corso a quanto disposto dall’autorità giudiziaria – spiega il responsabile dei Servizi sociali comunali, Marcello Tellini –, per garantire la protezione necessaria ai minori e alla madre rom: le condizioni di vita quotidiane non erano compatibili con un sano e armonico sviluppo». L’edificio si trova a pochi metri da uno degli ingressi del parco di San Gavino, zona molto frequentata per la presenza di diversi esercizi commerciali. (g.m.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes