L’addio di Bono al “gigante buono” don Benvenuto Mameli

BONO. La comunità di Bono ha dato l’ultimo saluto a don Benvenuto Mameli, il vice parroco del paese che tutti stimavano. Don Mameli si è spento serenamente all’età di 93 anni. Battezzato il 13 giugno...

BONO. La comunità di Bono ha dato l’ultimo saluto a don Benvenuto Mameli, il vice parroco del paese che tutti stimavano. Don Mameli si è spento serenamente all’età di 93 anni. Battezzato il 13 giugno 1927, fu ordinato sacerdote il 15 agosto 1954. Il prete ha esercitato il suo ministero sacerdotale per 63 anni nelle parrocchie di Berchidda, Santa Lucia , San Ponzano (Carbonia), San Edoardo (Busto Arsizio) e nel suo paese, Bono.

«Era un gigante buono – così lo ricorda il sindaco di Bono Elio Mulas –. Don Mameli è stato anche il mio insegnante di religione alle scuole medie. Tutti lo ricordiamo con profonda stima e affetto. Era veramente un brav’uomo, sempre a disposizione di tutti». La comunità parrocchiale lo ha salutato nella chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, dove il vescovo Corrado Melis ha celebrato i suoi funerali assieme al parroco di Bono Mario Curzu, don Rafael e tutto il presbiterio del territorio.

«Siamo riconoscenti a don Mameli per tutti gli anni di fedele servizio sacerdotale che ha svolto nella nostra comunità e in altre – ha commentato il parroco Mario Curzu – e lo affidiamo all’abbraccio di Cristo sommo sacerdot». «Ognuno di noi potrebbe raccontare una o più cose in cui ha riconosciuto del bene nell’opera di don Mameli – ha detto il vescovo Melis –. “Non chiunque entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”. Gli abbiamo voluto bene». (e.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes