Ittiri, 470 tamponi negativi a scuola

Grande partecipazione allo screening tra gli alunni delle medie e il personale

ITTIRI. Tutti negativi al Coronavirus. Sono i risultati dello screening predisposto dall’amministrazione comunale, che ha visto una massiccia partecipazione tra gli alunni delle medie e del personale di tutte le scuole ittiresi. Campagna di prevenzione effettuata nella giornata dell'Epifania, nella palestra di via XXV Luglio e che ha visto sottoporsi ai tamponi rapidi antigenici 286 alunni medie e 184 tra insegnanti e personale.

Ha aderito per effettuare i testi il personale sanitario, compresi i medici di base. Tra questi Marcello Oggiano che, a nome di quanti, in ambito sanitario, hanno reso possibile questo prezioso servizio alla città, esprime soddisfazione «per la realizzazione della campagna di contrasto al Sars Cov 2 che speriamo di poter ripetere, in futuro, coinvolgendo le altre fasce scolastiche e l'intera popolazione». Non meno soddisfatto, anzi entusiasta, il sindaco Antonio Sau che definisce l'iniziativa «uno strumento che ha l'obiettivo di creare una maggior sicurezza all'interno dell'istituto comprensivo di Ittiri, per garantire una continuità scolastica e didattica ai nostri ragazzi. Ringrazio i barracelli, la Protezione Civile, l'apparato amministrativo del Comune e gli operatori sanitari di Ittiri che si sono messi a disposizione in questo momento di grossa difficoltà per la nostra comunità».

La dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo di Ittiri, Franca Riu, nel dichiarasi soddisfatta per l'obiettivo raggiunto, sottolinea «la stretta collaborazione tra i soggetti interessati, che ha visto la scuola in prima linea e in perfetta sintonia con l'amministrazione comunale. Infatti – spiega Franca Riu – già prima della sospensione delle attività didattiche, si era registrato un significativo incremento dei casi positivi che ha imposto la messa in quarantena di alcune classi e di un intero plesso. L'iniziativa di oggi ci vede entusiasti e convinti partecipi per la piena riuscita dell'iniziativa. La scuola ha il compito primario, sopratutto nei momenti difficili e complicati - conclude la dirigente - di garantire una formazione degli alunni in assoluta sicurezza».

Le operazioni di screening, iniziate la mattina alle 9 con gli alunni delle prime classi delle scuole medie, si sono concluse nel pomeriggio alle 18 con il personale insegnante e non insegnante.

Vincenzo Masia

WsStaticBoxes WsStaticBoxes