Predda Niedda si conferma con la viabilità più a rischio

SASSARI. Ormai da anni le strade che registrano il maggior numero di incidenti sono le stesse, e sono quelle all’ingresso della città, con un flusso maggiore e dove la velocità di percorrenza è...

SASSARI. Ormai da anni le strade che registrano il maggior numero di incidenti sono le stesse, e sono quelle all’ingresso della città, con un flusso maggiore e dove la velocità di percorrenza è generalmente più elevata.

Il record di pericolosità lo detiene ormai da anni la zona industriale di Predda Niedda, con 58 incidenti registrati nel 2020. Ma anche via Predda Niedda è da circoletto rosso, con 27 sinistri.

L’altra via ad alto traffico e con un numero elevato di incidenti è viale Porto Torres, che sempre nel 2020 è stata teatro di 32 incidenti. Poco più di via Carlo Felice, che ne ha totalizzato 29.

Guardando invece l’ambito più propriamente urbano, il primato negativo spetta a via Pascoli, con 18 incidenti, seguita da via Amendola 15, e via Budapest 13. Pericolo anche transitare in piazza Santa Maria, dove si sono verificati 12 incidenti. Stesso numero in via Buddi Buddi, altro ingresso di Sassari molto trafficato.

C’è poi via Luna e Sole con 9 sinitri, e stessa cifra per via Napoli e viale Umberto.

In corso trinità gli incidenti sono a quota 8, così come in via Gramsci. Infine via Cesaraccio chiude con 7.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes