«Testiamo gli anticorpi dei medici»

Il sindacato chiede il controllo del personale dopo la vaccinazione

SASSARI. «É fondamentale avviare immediatamente un’indagine siero-epidemiologica Sars-CoV-2 attraverso le strutture di microbiologia, immunologia e virologia delle Aziende sanitarie, per il monitoraggio post-vaccinazione al fine di verificare l’ efficacia del vaccino contro il Covid-19 somministrato a tutti i dipendenti del Servizio sanitario regionale, agli operatori delle ditte esternalizzate, ai volontari e ai dipendenti delle agenzie interinali». È la richiesta della segretaria territoriale dell’Fsi-Usae Mariangela Campus al presidente della Regione, Solinas, all’assessore regionale alla Sanità, Nieddu, e ai vertici della sanità regionale. «L’obiettivo deve essere valutare e rilevare il titolo degli anticorpi anti-Sars-CoV-2, la circolazione del virus nelle strutture sanitarie Covid e non Covid, l’efficacia di tutte le misure di prevenzione messe in campo e permettere di capire se il risultato atteso è stato raggiunto o meno, ovvero se il vaccino sollecita la produzione di anticorpi e se offre una copertura efficace». E prosegue: «Come ampiamente ribadito, oggi più che mai il personale del servizio sanitario regionale, impegnato su mille fronti per garantire cure, assistenza e sicurezza dei pazienti, ha bisogno di operare con assoluta tranquillità e supporto, questo porta moltissimi lavoratori a pagare gli esami per la rilevazione degli anticorpi. Attualmente in alcune azienda il controllo degli anticorpi post vaccinazione, è lasciato all’iniziativa dei coordinatori che all'interno dello stesso reparto individuano a campione chi sottoporre al test e chi no».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes