Accoltellata dal marito: è fuori pericolo

SASSARI. É stato rinchiuso nel carcere di Bancali l’architetto di 58 anni che giovedì pomeriggio al culmine di una lite ha ferito alla gola con una taglierina la moglie, 48 anni, psichiatra sassarese....

SASSARI. É stato rinchiuso nel carcere di Bancali l’architetto di 58 anni che giovedì pomeriggio al culmine di una lite ha ferito alla gola con una taglierina la moglie, 48 anni, psichiatra sassarese. Poi si è provocato con la stessa arma un taglio al polso sinistro. Dopo le formalità espletate in caserma, il professionista è stato arrestato dai carabinieri d’intesa con il sostituto procuratore Lara Senatore e accompagnato a Bancali. Nei prossimi giorni verrà sottoposto all'interrogatorio di garanzia. La donna ferita non è in pericolo di vita, ma l’aggressione poteva sfociare in tragedia: per pochi centimetri il fendente non ha raggiunto la giugulare.

La violenta lite era scoppiata giovedì pomeriggio nell’ appartamento della coppia, in via Asproni. L'allarme era stato dato dalla figlia 16enne della coppia: la ragazza si era affacciata alla finestra per chiedere aiuto, e aveva richiamato l’attenzione dei vicini e delle persone presenti per strada. Tra i primi a intervenire, un fotografo e il titolare di un bar che sono riusciti anche a disarmare l’architetto e a fare scattare i primi soccorsi per la donna che perdeva molto sangue, grazie a un medico che abita nello stesso palazzo. Mentre la psichiatra ferita veniva accompagnata in ospedale a bordo di una ambulanza del 118, il marito è stato preso in consegna dai carabinieri dopo la medicazione al polso. Sentiti anche diversi testimoni. Poi l’arresto per tentato omicidio e il trasferimento in carcere.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes