Un giardino per giocare e leggere

A Sennori si riqualifica lo spazio del centro culturale anche con un orto botanico

SENNORI. Il giardino del centro culturale si rifà il look con il Fondo sviluppo e coesione. Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Sennori, guidata dal sindaco Nicola Sassu, ha avviato i lavori di riqualificazione dell’area che vengono realizzati grazie a 42mila euro arrivati da Roma. Uno spazio situato a cavallo tra la biblioteca e il centro di aggregazione. Un punto che negli ultimi anni ha conosciuto soltanto incuria e degrado. Nell’area sorge inoltre un agrumeto abbandonato da anni e che ora potrà ritornare a dare i suoi frutti.

Il Comune ha infatti deciso di invertire la tendenza proponendo un progetto di riqualificazione nell’ottica dei finanziamenti statale del cosiddetto “Decreto sud”. Tra gli interventi in campo c’è, prima di tutto, una pulizia generale con una serie di potature, così da ridare spazio alle piante. Inoltre verrà pulita e riqualificata una vecchia vasca circolare per farne una grande aiuola e saranno anche piantumate nuove essenze autoctone. La ciliegina sulla torta sarà posata con un nuovo arredo urbano destinato ai bambini: giochi a forma di orsetti ed elefanti, un castello con due torri scivolo a tubo aperto e una arrampicata. Non prima di aver messo in piano il terreno, attualmente un po’ troppo scosceso.

Un perno importante del progetto riguarda poi un piccolo orto botanico, denominato “Il giardino di Eni”. In questo modo, l’obiettivo dell’amministrazione si sdoppia: restituire alla fruibilità dei bambini un’area destinata sia al gioco sia all’apprendimento. Verranno infatti installate una serie di cartelle che aiuteranno i visitatori a sapere di più delle diverse specie di piante autoctone usate anticamente come rimedi medicinali ma anche in cucina.

Il cantiere avviato nei giorni scorsi è il secondo che interessa il centro culturale, di recente oggetto di una rivisitazione degli accessi. Il Comune ha infatti rimosso i cancelli e installato una serie di telecamere di videosorveglianza rendendo l’area uno spazio sicuro e sempre aperto a tutti.

«La nostra idea – spiega il primo cittadino Sassu – è far diventare questo giardino nel centro del paese un luogo di lettura, vista la vicinanza della biblioteca, oltre a un angolo dove gli amanti delle piante officinali possano passare qualche ora in piena armonia con la natura. L’intento inoltre è di sfruttare i nuovi spazi per realizzare eventi». (s.sant.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes