Il Comune di Sennori finanza i dehors

Fino a 1200 euro di contributo per adeguare gli spazi esterni dei locali alle norme

SENNORI. Il Comune è pronto a staccare una serie di assegni per riqualificare i dehors delle attività produttive di Sennori. È l’iniziativa varata nei giorni dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Nicola Sassu, che ha intenzione di erogare fino a 1200 euro per ogni esercente che vorrà ristrutturare o ampliare il proprio dehor adeguandolo alle norme anti contagio. La novità è arrivata con la delibera di giunta numero 63 del 3 maggio 2021. L’esecutivo di via Brigata Sassari ha deciso di varare il finanziamento ritenendo «prioritaria e urgente l’esigenza di agevolare la ripresa economica delle attività» per superare il periodo di recessione economica e di contrazione delle entrate. E quindi nel tentativo di alleviare le ripercussioni economiche negative dovute alla chiusura legata all’emergenza sanitaria. La formula scelta per chiamare a raccolta gli imprenditori è una manifestazione di interesse che verrà pubblicata nei prossimi giorni. L’obiettivo è mettere in piedi una misura straordinaria di sostegno attraverso l’erogazione di un contributo cosiddetto de minimis per convincere gli imprenditori a migliorare gli spazi esterni. Alla procedura possono partecipare i titolari di pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande e artigiani con consumo sul posto che intendono ampliare o modificare strutturale i dehors posizionati su aree pubbliche. Il contributo dovrà essere utilizzato per rendere gli spazi «funzionali alla corretta attuazione dei protocolli di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del coronavirus». In questa fase l’intento del Comune è raccogliere le manifestazioni di interesse per capire la portata dello stanziamento che sarà successivamente inserito a bilancio. «Abbiamo raccolto le richieste che ci sono pervenute dalle attività commerciali del territorio – spiega il primo cittadino – principalmente i bar, che si trovano in difficoltà a causa delle restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria». «E così – aggiunge Sassu – abbiamo deciso di indire questa manifestazione di interesse per effettuare una cernita delle necessità dei nostri esercenti, così da dare loro un supporto per adeguare i loro dehors, anche in prospettiva dei nuovi decreti governativi che consentono la riapertura per le attività principalmente all’aperto». (s.sant.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes