Mulas sceglie Ozieri per il casting di “Donoria”

Domenica 16 maggio al teatro Fallaci il regista seleziona attori e comparse del nuovo film. Un colossal ambientato nella Sardegna giudicale con recitazione in lingua sarda 

OZIERI. Il pluripremiato regista bonese Fabio Manuel Mulas sceglie Ozieri, baricentro di un territorio che sarà al centro del suo nuovo film, per il primo casting di Donoria, pellicola che racconterà la Sardegna dell’Età Giudicale. Domenica 16 maggio il teatro civico Oriana Fallaci ospiterà dalle 10 alle 20 la selezione di attori e comparse per la produzione, e gli aspiranti sono attesi da tutta la Sardegna.

Per completare il cast del film mancano all’appello circa 650 figure tra attori e comparse, attori che dovranno prendere parte a quello che sarà un vero e proprio colossal – con i contorni del thriller – che avrà ambientazioni in tutta la Sardegna e che vedrà gli attori recitare in quasi tutte le varianti della lingua sarda. La storia attraversa infatti alcune fra le più significative vicende storiche dell’isola nel Medioevo, dove assumono un ruolo importante le suggestioni legate ai miti e alle leggende. «Una vicenda di guerre, amori, tradimenti, lotte di potere – anticipa Fabio Manuel Mulas, regista e produttore della pellicola già ben conosciuto soprattutto per “Bandidos e Balentes” –, per un affresco della Sardegna medievale che si concentra in particolare sui Giudicati di Torres e di Arborea, dall’incoronazione di Mariano IV alla Carta de Logu».

L’attesa è tanta dal momento che è dallo scorso anno che il film era in fase di avvio ma la produzione si è dovuta fermare per la pandemia. Il casting è rivolto a persone di tutte le età, dai bambini dai due anni in su agli ultracentenari. «Ciascuno potrà contare come punto di forza sulla lingua del proprio paese», sottolinea Mulas, che con questo film mira a bissare se non superare il successo di “Bandidos e Balentes - Il codice non scritto”, vincitore nel 2018 del premio come miglior film in lingua straniera al Festival Mondiale del Cinema di Milano e di una trentina di altri festival. Lo scorso anno prima dell’esplosione dell’emergenza Covid, Fabio Manuel Mulas tenne proprio a Ozieri una proiezione con dibattito di “Bandidos e Balentes”, frutto di una collaborazione con gli amici dell’associazione Sa Ena che gestisce cinema e teatro nella struttura ozierese. Ma la scelta di far esordire il casting a Ozieri è dettata anche dalla posizione baricentrica della cittadina logudorese e dalla possibilità, conseguente, di far convergere a Ozieri aspiranti attori da ogni parte dell’isola in una struttura nella quale si potrà garantire il rispetto delle misure anti Covid.

L’appuntamento è quindi per domenica dalle 10 nel teatro in via Sebastiano Satta. La commissione giudicante sarà composta, oltre che dal regista e produttore, da Rosa Mazzone, Alfredo Moreno, Alex Sale Fusi, Livio Mudulu e Gabriele Careddu.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes