Dante si celebrerà sotto il vulcano

A giugno, dopo due rinvii, una giornata tra poesia e musica

ITTIREDDU. Tra le tante manifestazioni rinviate per la pandemia, Ittireddu ha dovuto rinunciare a un evento di spessore regionale, ma anche di livello internazionale perché dedicato alla figura di Dante Alighieri del quale in questo 2021 si celebrano i 700 anni dalla morte. Un grande evento, nell’ambito della grande manifestazione Mare e Miniere giunta alla sua 14esima edizione era in programma a Ittireddu il 17 aprile, poi è stata spostata al 15 maggio e poi, per il perdurare delle limitazioni dovute all’emergenza sanitaria,è stata rinviata – si spera in via definitiva - a martedì 1 giugno, alle 17.

Lo scenario prescelto è quello, suggestivo come pochi, del vulcano spento di Monte Lisiri, dove Alessandro Anderloni, con le musiche dal vivo di Mauro Palmas alla mandola, narrerà versi della Divina Commedia. Uno spettacolo suggestivo in uno scenario che ha del simbolico, del surreale e che è sicuramente unico. Qui Alessandro Anderloni, attore, regista e autore veneto, da anni impegnato in progetti teatrali su Dante Alighieri, e il compositore, ricercatore e strumentista Mauro Palmas, nome di spicco della musica in Sardegna, accompagneranno gli spettatori in un percorso fisico e spirituale, poetico e musicale, attraverso le cantiche della Divina Commedia: Inferno, Purgatorio, Paradiso; un percorso che intreccia notizie e aneddoti sulla vita di Dante accompagnato dalle musiche composte per lo spettacolo. L’evento è organizzato dall’associazione culturale Elenaledda Vox, in collaborazione con l’Officina delle idee, e con il patrocinio del Comune di Ittireddu. Info www.mareeminiere.it. (b.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes