Dettori in aula per un altro processo lancia accuse, allontanato

SASSARI. Si è presentato in tribunale perché imputato in un processo per danneggiamento e a un certo punto ha lanciato accuse contro il personale del carcere dove è detenuto per omicidio e persino...

SASSARI. Si è presentato in tribunale perché imputato in un processo per danneggiamento e a un certo punto ha lanciato accuse contro il personale del carcere dove è detenuto per omicidio e persino contro i suoi stessi avvocati.

Claudio Dettori, il 24enne sassarese accusato di aver ucciso a colpi di martello il barista di 47 anni Antonio Fara, ieri mattina al termine dell’udienza ha chiesto al giudice di poter prendere la parola. Ma nessuno si aspettava che il suo intento fosse esprimere rimostranze sul regime di detenzione carceraria che non andrebbe incontro a sue determinate esigenze. Considerati i toni utilizzati e la scarsa attinenza delle argomentazioni con il processo, Dettori è stato accompagnato fuori dall’aula e invitato alla calma.

Il Riesame dieci giorni fa aveva rigettato la richiesta dei difensori di attenuazione della misura. Le prove a suo carico sembrerebbero schiaccianti. Diverse telecamere riprenderebbero Dettori mentre entra nell’appartamento della vittima in un orario compatibile con l’omicidio. Il 24enne avrebbe prima tentato di soffocare Fara con la cintura di un accappatoio, poi lo avrebbe picchiato e finito con una martellata sulla testa.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes