L’arte di Serafino per i Caduti del mare

Il mago delle reti da pesca ha impiombato la corda che delimita il monumento

PORTO TORRES
Ha smesso per un giorno di rattoppare le reti da pesca al porto commerciale e si trasferito in piazza Umberto I – portando con se il suo tradizionale sgabello – per realizzare sei “impiombature” della corda bianca che delimita il monumento dedicato a tutti i Caduti del mare. Serafino Fattacciu, 74 anni, non finisce mai di stupire: è il più abile ad aggiustare le reti da pesca con coltello affilato e gugella, ma ha dimostrato di voler bene anche alla sua città offrendosi gratuitamente di completare la delimitazione del monumento voluto oltre 40 anni fa dall’Associazione marinai d’Italia.. Nei giorni scorsi gli operai della società in house Multiservizi avevano provveduto a restaurare i sei “panettoni” con una lucidatura di rame, però per completare il tutto bisognava impiombare la corda così come ha ben fatto ieri mattina l’anziano pescatore turritano. La scultura avrebbe ora necessità di un intervento nella parte lignea e, a quanto pare, l’amministrazione comunale avrebbe intenzione di affidare il delicato lavoro ad un ceramista locale. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes