Parco delle valli e City farm: per ora tutto resta sulla carta

SASSARI. Si parla da vent’anni di riqualificazione delle valli e di orti urbani. Anche il Puc di Sassari dedica un’ampia sezione al progetto della realizzazione dei parchi urbani, che collegano le...

SASSARI. Si parla da vent’anni di riqualificazione delle valli e di orti urbani. Anche il Puc di Sassari dedica un’ampia sezione al progetto della realizzazione dei parchi urbani, che collegano le varie valli della città in un solo progetto di rivisitazione urbana ecosostenibile. Purtroppo però tutte queste idee sono sempre rimaste sulla carta, il parco delle valli è solo un suggestiva illusione. Eppure ci avevano lavorato tecnici molto qualificati, ed erano stati spesi tempo e risorse: Mossa e De Rosa architetti associati, lo studio di architettura Cenami-Simonetti-Ticca, lo studio di ingegneria Franco Bosinco, gli ingegneri Gavino Sanna ed Elena Demartis, l’agronomo Candido Maoddi e la geologa Giovanna Farina, con il supporto del Rup Maria Vittoria Addis e dell’architetta Rita Perantoni della struttura tecnica del Settore Ambiente e Verde Pubblico del Comune di Sassari. Tra le azioni più significative previste: la riqualificazione delle sorgenti e dei corsi d’acqua della valle, la protezione e conservazione delle fasce boscate e della vegetazione esistente, interventi di ri-naturalizzazione e ripristino. E ancora il recupero dell’area valliva ed in particolare della sua funzione ecologica, con incremento della dotazione del verde urbano e salvaguardia della biodiversità. Poi l’incremento della dotazione infrastrutturale per la mobilità ciclabile e pedonale. E ancora Previsione di orti urbani e creazione di una City Farm, cioè delle fattorie didattiche sociali.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes