Sassari, in piazza l'Open day vaccinale  per completare l’opera

Venerdì 8 ottobre dalle 10 alle 23  l'iniziativa tra stand (presente anche quello della Nuova Sardegna), informazioni, attività e divertimento 

SASSARI. «Anche Sassari aderisce all’iniziativa regionale degli Open Day vaccinali e con entusiasmo il Comune sponsorizza l’intera manifestazione. Vogliamo che sia un’opportunità per indirizzare verso un atto di educazione civica e senso di appartenenza tutte quelle persone che ancora non hanno aderito all’obbligo morale di vaccinare se stessi per tutelare gli altri».

Così il sindaco Nanni Campus commenta l’evento che si terrà domani venerdì 8 ottobre in piazza d’Italia, dalle 10 alle 23, e a cui hanno scelto di partecipare come testimonial moltissime realtà del territorio. «Sarà l’occasione per la città di ringraziare quanti hanno già aderito alla campagna vaccinale e di conoscere le attività svolte per la collettività dai settori del Comune e non solo durante il periodo più drammatico della pandemia».

Nel maxi-schermo in piazza sarà infatti proiettato un video che riassume ciò che è stato fatto durante i mesi più duri del 2020. Altri cortometraggi, di tutti i partner, andranno in onda durante la giornata. «Sassari ha dimostrato di essere una città virtuosa nella gestione della campagna vaccinale ed è sempre stata tra i poli della Sardegna che ha maggiormente accolto il problema delle vaccinazioni - afferma il commissario straordinario di Ats Massimo Temussi-. L’invito a tutti i cittadini non ancora immunizzati è di recarsi domani in piazza d’Italia».

Lo slogan scelto dall’Amministrazione comunale è “Per completare l’opera. Il tuo vaccino fa bene a tutti!”. Chi si vaccinerà riceverà un buono pasto di 7 euro, offerto da Comune che finanzia tutta l’iniziativa. Per aderire non è necessario prenotarsi. Servono documento e tessera sanitaria (gli stranieri che non ne sono in possesso potranno presentare il codice STP). Possono aderire anche i non residenti.

Testimonial d’eccezione della giornata sarà il gruppo comico Tressardi, che sarà in piazza d’Italia insieme agli stand del Comune, della Promocamera, dell’Università di Sassari, della Dinamo maschile, femminile e la Dinamo Lab, della Torres, maschile e femminile, de La Nuova Sardegna e dell’Ente concerti Marialisa De Carolis. I Tressardi faranno anche un breve sketch intorno alle 20.

Presenti con spazi dedicati e attività la Polizia locale, la Protezione Civile comunale, gli ecovolontari del Settore Ambiente e Verde Pubblico, Promocamera, che nel suo padiglione espositivo ha ospitato il più grande Hub vaccinale della Sardegna.

Uno spazio sarà anche dedicato all’Unicef che presenterà le proprie attività di vaccino profilassi nei Paesi in via di sviluppo. Alle 18 si terrà un dibattito sul tema “Covid-19: a che punto siamo?” con i professori Giovanni Sotgiu e Sergio Babudieri.

La Nuova Sardegna sarà presente con uno stand per i festeggiamenti dei 130 anni del giornale con l’esposizione dei volumi dedicati a questo evento. Contemporaneamente sarà illustrato il progetto didattico Lanuova@scuola e verrà pubblicizzata “Sardegna viva”, l’ultima collana di libri in vendita in abbinamento con il quotidiano.

Per la Dinamo ad aprire le danze sarà alle 10.30 coach Demis Cavina. Alle 16 sarà la volta del tecnico delle Dinamo Women coach Antonello Restivo. Nel corso della giornata presenzieranno a turno alcuni giocatori della prima squadra maschile, femminile e della Dinamo Lab, formazione di basket in carrozzina.

In piazza anche la Torres. Sarà promosso il brand con micro azioni di marketing legate al merchandising. Poi una delegazione della Torres femminile a disposizione di tifosi e curiosi per foto, autografi, sfide di palleggi e uno contro uno grazie alla presenza di un paio di porticine.

L’Ente Concerti “Marialisa de Carolis” nel suo stand avrà un’esposizione fotografica delle opere andate in scena al Teatro comunale, alcuni costumi di scena della prossima “Madama Butterfly”.
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes