Uri, il nuovo Consiglio in piazza

Insediamento in uno spazio all’aperto. Il sindaco Dettori ha giurato e nominato i quattro assessori

URI. Per l’insediamento del nuovo consiglio comunale è stato scelto un luogo pubblico, uno spazio all’aperto nel cuore del paese. Piazza Alisa ha fatto da scenario all’inizio della diciottesima consiliatura del Comune di Uri dalle elezioni del 1946.

Tanta gente, assieme alla quale non è passata inosservata la presenza del presidente del Consiglio regionale Michele Pais, del sindaco di Sassari Nanni Campus e di molti sindaci della Provincia. Presenze importanti che rafforzano la vicinanza tra istituzioni.

Matteo Dettori, neoeletto sindaco, ha aperto i lavori. Prima del giuramento solenne di “di osservare lealmente la Costituzione Italiana”, c’è stato un simbolico passaggio di testimone tra la sindaca uscente Lucia Cirroni con la consegna della fascia. «Uri ha scelto e le scelte democratiche si rispettano – ha detto in apertura il sindaco Dettori –. Le emozioni di questi giorni sono state forti, ma ancor più grande è il senso di responsabilità che sento nei confronti dell’intera popolazione di Uri, il paese che amo, il mio paese. La nostra è una piccola comunità, che ha radici profonde e che merita tante attenzione e cura – ha sottolineato Dettori –. Questo è il mio impegno solenne, essere un buon timoniere e non deludere le aspettative che si ripongono in me. Tutti dobbiamo camminare nella medesima direzione e siamo consapevoli che il cammino è meno faticoso se condiviso».

Per il neo eletto primo cittadino Uri non è solo autorità e istituzioni, è una comunità virtuosa e solidale lo dimostrano le tante associazioni che erano rappresentate piazza, e con esse anche tanti concittadini che senza indossare una casacca si prodigano per il bene di tutti secondo le proprie sensibilità.

«Per questo uniti dobbiamo continuare a camminare e lavorare insieme. È il momento giusto, come un coro ci stringiamo per cantare ognuno la sua parte affinché ogni melodia arricchisca l’altra e diventi armonia». Il sindaco ha affermato anche che le differenze non devono spaventare, ma arricchire perché oggi il paese ha bisogno di armonia e coesione. «Insieme al mio gruppo ho apprezzato il gesto di sportività dei componenti della lista “Tutti per Uri”, che subito dopo aver conosciuto l’esito dello spoglio sono venuti a farci gli auguri, e come nel nostro stile vogliamo continuare a essere gli amministratori di tutti”.

Durante la seduta Dettori ha distribuito le deleghe assessoriali ai consiglieri. La nuova squadra di governo vede Francesco Murru vicesindaco, e assessore all’Agricoltura, Ambiente ed Ecologia, Polizia Rurale e grandi eventi. Michele Fiori è stato riconfermato assessore ai Lavori pubblici, efficientamento energetico e Protezione Civile. Andrea Russo ricoprirà la carica di assessore allo Sport, Infrastrutture sportive, Associazionismo e Attività produttive. Betty Cirroni sarà assessora ai Servizi sociali e Pubblica istruzione. Alcune deleghe faranno capo al sindaco: Cultura e Turismo, Politiche giovanili, Bilancio e Personale. Inoltre sono state assegnate le deleghe ai consiglieri comunali Virginia Mura (Servizi dell’infanzia e sostegno alle famiglie) e Anna Maria Cadeddu (Fragilità e Inclusione).

Pietro Alvau, capogruppo di maggioranza, è delegato al Decoro Urbano, Verde urbano e Urbanistica. Presidente del consiglio comunale è stato nominato Sebastiano Petretto. A completare e integrare il consiglio comunale ci saranno i componenti del gruppo di opposizione “Tutti per Uri” Pierpaolo Risso, capogruppo, Maddalena Sechi, Roberto Sechi e Gianluigi Deriu.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes