Sassari, diabetologia trasferita: saltano 300 visite

Disagi a seguito del trasloco del servizio da via Monte Grappa a Rizzeddu. I locali non erano pronti, protestano gli utenti: «Appuntamenti fissati da marzo»

SASASRI. Sulla carta è un potenziamento del servizio, e gli utenti dovrebbero solo trarne giovamento. Fino ad ora, però, per centinaia di pazienti il trasferimento di Diabetologia dal palazzo rosa di via Monte Grappa alla struttura di Rizzeddu ha comportato solo imprevisti e disagi. L’incorporazione del servizio dall’Aou all’Assl ha fatto saltare circa 300 visite programmate, e riassegnarle non è così automatico. Non è semplice per il Cup, che preferirebbe che se ne facessero carico gli stessi medici, i quali però vorrebbero impiegare il proprio tempo in altre prestazioni, piuttosto che in operazioni di call center. Quindi centinaia di diabetici, con appuntamento fissato anche quattro mesi fa, e poi improvvisamente slittato, sono appesi al classico “le faremo sapere, la contatteremo al più presto”.

Uno di questi è Franco F., visita fissata da marzo scorso, e saltata con preavviso di due giorni. Dice: «A causa del covid sono otto mesi che non vedo di persona il mio medico. La gestione del paziente, durante la pandemia, purtroppo viene fatta prevalentemente via mail. Il diabete è una patologia molto delicata e complessa, e c’è bisogno di un confronto puntuale con lo specialista, perché gli aspetti da valutare sono tanti. Ecco perché ritengo sia pericoloso rimandare delle visite che gli utenti attendono già da parecchi mesi».

Mercoledì 24 novembre e` iniziato il trasferimento del Servizio Diabetologia e Malattie del Metabolismo nella palazzina H del complesso di Rizzeddu. La delibera è a firma del Commissario straordinario Ats, e prevede lo sgombero dei locali del Palazzo Rosa e il trasferimento della mobilia presso i locali di Rizzeddu. Naturalmente un simile trasloco interrompe l’assistenza agli utenti.

Non basta: i nuovi locali, 12 stanze in tutto, sono risultati insufficienti ad accogliere tutto il personale del nuovo servizio unico, che di fatto accorpa gli staff di Ats e Aou, composto complessivamente da 26 operatori sanitari. Nella Palazzina H inoltre erano ancora in corso i lavori di adeguamento, in particolare della rete informatica. Dopo varie segnalazioni sono stati individuati altri tre locali da assegnare al Servizio di Diabetologia, ancora da adeguare per l’attività assistenziale, e completati i lavori riguardanti la sicurezza dei locali.

La ripresa parziale delle visite ai pazienti è ricominciata giovedì scorso, ma gli appuntamenti da riassegnare sono diverse centianaia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes