La ritrattista Manuela Dore nel catalogo Cam

VALLEDORIA. Nei giorni scorsi a Milano, nella sala “Dino Buzzati” della Fondazione Corriere della Sera, è stato presentato al pubblico e alla stampa il Catalogo dell’Arte Moderna (CAM), pubblicato da...

VALLEDORIA. Nei giorni scorsi a Milano, nella sala “Dino Buzzati” della Fondazione Corriere della Sera, è stato presentato al pubblico e alla stampa il Catalogo dell’Arte Moderna (CAM), pubblicato da Editoriale Giorgio Mondadori e giunto oramai alla 57esima edizione. Presentato per la prima volta nel 1962, il CAM è il più longevo e prestigioso annuario d’arte edito in Italia. Un punto di riferimento insostituibile per galleristi, collezionisti e appassionati, distribuito in tutte le librerie e, dal gennaio 2022, accessibile dal sito www.catalogoartemoderna.it.

Manuela Dore, ritrattista sassarese residente a Valledoria, fa oggi il proprio esordio sull’autorevole volume, aggiungendo così un ulteriore merito alla sua carriera artistica dopo esser già stata selezionata e pubblicata dagli annuari L’Elite 2020 (46° edizione) e Artisti ’21, annuario internazionale d’Arte Contemporanea (con contributi di Angelo Crespi, Vittorio Sgarbi e dello scomparso Philippe Daverio). Per un artista quindi, essere inserito accanto a maestri quali Modigliani, De Chirico e Schifano e veder documentata la propria produzione artistica è un assoluto motivo di orgoglio. Pittrice autodidatta, specializzata in ritratti a carboncino e pastello che la critica d’arte Leonarda Zappulla nell’annuario Artisti ’21 ha definito “di rara bellezza e intensità dove la sapienza delle sfumature e dei chiaroscuri esalta i dettagli”.(m.t.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes