La Nuova Sardegna

Sassari

Cerimonia

Porto Torres ricorda i caduti della corazzata “Roma”

Porto Torres ricorda i caduti della corazzata “Roma”

Tra i presenti anche il 98enne Lino Prestini, capo di seconda classe del cacciatorpediniere “Garibaldi” che partecipò alla ricerca dei naufraghi della corazzata

09 settembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Una cerimonia partecipata quella svolta questa sera 9 settembre a Porto Torres davanti al monumento dedicato ai caduti della Corazzata Roma. Il sindaco Massimo Mulas ha deposto una corona d’alloro ai piedi dell’Ancora che ricorda i marinai e gli ufficiali della regia nave della Marina Militare. La cerimonia nella baia di Balai è cominciata con il rito dell’alzabandiera e l’inno nazionale. Tanta commozione nel ricordo dei 1.393 marinai deceduti nella tragedia del golfo dell’Asinara, su un equipaggio di 2021 unità guidato dall’ammiraglio Carlo Bergamini. Il vescovo di Sassari, Gian Franco Saba, ha benedetto il monumento. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, la prefetta di Sassari Paola Dessì, l’ex ministro della Difesa Arturo Parisi, il contrammiraglio Enrico Pacioni, il 98enne Lino Prestini, capo di seconda classe del cacciatorpediniere “Garibaldi” che partecipò alla ricerca dei naufraghi della corazzata Roma. Tra i partecipanti anche la signora Elisa Vitiello, che viveva insieme al marito nel faro di Punta Scorno, sull’isola dell’Asinara, e il giorno della tragedia vide il fumo proveniente dalla nave che affondava. (g.m.)

In Primo Piano
Incidenti

Doppia tragedia della strada: un motociclista muore a Cagliari e una donna a Villasor

Le nostre iniziative