La Nuova Sardegna

Sassari

Cronaca

Sassari, folle fuga in centro storico a oltre 100 chilometri orari

Sassari, folle fuga in centro storico a oltre 100 chilometri orari

I due giovani non si sono fermati all’alt della polizia municipale. Raggiunti e arrestati, oggi l’udienza di convalida

25 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Allarme in pieno centro nella sera di mercoledì 24, per due giovani a bordo di un’auto che hanno ignorato l’alt di una pattuglia del pronto intervento della polizia locale e si sono dati a una folle fuga a oltre 100 chilometri orari.

Sono stati momenti di grande tensione perché i due giovani hanno effettuato manovre spericolate e messo in pericolo la sicurezza di altri automobilisti e delle persone, hanno imboccato strade contromano e “bruciato” stop e semafori.

Alla fine sono stati bloccati nella zona di piazzale Segni dove - dopo avere tentato una improbabile fuga a piedi - sono stati raggiunti e arrestati. Oggi, venerdì 26, compariranno davanti al giudice per l’udienza di convalida.

L’episodio - che ha avuto diversi testimoni, allarmati anche dal via vai di sirene in pieno centro - è cominciato poco prima delle 18 in piazza Castello. Gli operatori della polizia locale impegnati in un servizio di vigilanza, hanno incrociato l’auto con i due giovani a bordo e hanno deciso di effettuare un controllo. Il conducente ha finto di accostare a destra ma anzichè rispettare l’alt ha pigiato sull’acceleratore.

Piazza Castello, poi largo Cavallotti, e ancora Archivolto del Carmine e viale Umberto (dove l’auto è sfrecciata nella corsia riservata ai mezzi pubblici), e poi via Paglietti, via Togliatti fino a piazzale Segni.

Al “tappetino” il conducente dell’auto in fuga ha imboccato una stradina senza uscita. Qui è stata abbandonata l’auto e i due hanno tentato di allontanarsi a piedi ma sono stati inseguiti e bloccati.

Accompagnati al comando sono stati rinchiusi in camera di sicurezza in attesa di comparire davanti al giudice nella giornata di oggi. Pare che nel frattempo siano state eseguite una serie di perquisizioni a bordo dell’auto e nelle rispettive abitazioni dei due fermati che potrebbero avere dato risultati interessanti.

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Le associazioni di categoria ad Alessandra Todde: «Energia e trasporti le priorità per l’isola»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative