La Nuova Sardegna

Sassari

La polemica

Carro di carnevale sulla rapina ai blindati: la Vigilpol denuncia

Carro di carnevale sulla rapina ai blindati: la Vigilpol denuncia

Dopo una settimana, presa di posizione ufficiale della società contro la sfilata di Perfugas: «Hanno usato i nostri loghi, agiremo contro i responsabili per danno di immagine»

22 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Una nota pubblicata sui canali social ufficiali della società Vigilpol rinfocola, dopo una settimana, la polemica sul carnevale di Perfugas.

In occasione della sfilata di Martedì grasso, alcuni ragazzi avevano messo in scena la rapina ai tre portavalori Vigilpol del 31 gennaio, sulla 131 all’altezza di Siligo.

Una settimana dopo, la società ha deciso di andare in Tribunale: «In qualità di rappresentanti ufficiali dell'Istituto di Vigilanza Vigilpol desideriamo esprimere la nostra ferma condanna nei confronti degli eventi accaduti durante il carnevale di Perfugas».

«Pur comprendendo il contesto allegorico e goliardico, non è ammissibile accettare gesti sconfinati di cattivo gusto e sintomatici di scarsa sensibilità valoriale, culturale e sociale. Soprattutto quando sono in gioco valori di civiltà, quali il coraggio, rispetto della vita, del sacrificio e del lavoro altrui, laddove le Guardie Giurate Vigilpol nel compiere il loro quotidiano lavoro sono state ferite e hanno rischiato per la loro vita»

«Tale comportamento non solo costituisce un abuso della nostra identità aziendale e una violazione dei nostri diritti di proprietà intellettuale ma mina l'integrità emotiva e psicologica delle nostre Guardie Particolari Giurate (GPG) e di tutti coloro che sono stati indirettamente coinvolti e traumatizzati dalla tragica esperienza. Abbiamo avviato le dovute azioni legali contro i responsabili per danno d'immagine – si conclude la nota -. La sicurezza e il benessere delle persone sono al centro di tutto ciò che facciamo, e ci impegniamo a perseguire tutte le vie necessarie per garantire che tali atti di irrisione e negligenza non si ripetano»

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative