La Nuova Sardegna

Sassari

La manifestazione

A Uri va in scena l’undicesima edizione de “Sa die de su inu”

di Franco Cuccuru
A Uri va in scena l’undicesima edizione de “Sa die de su inu”

Degustazioni, musica e prodotti tipici locali

13 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Uri Il paese è pronto per ospitare l’undicesima edizione de “Sa die de su inu” la manifestazione che porta in scena le espressioni vinicole più rappresentative del territorio. La rassegna, in programma oggi sabato 13 aprile promossa dagli Amici del vino di Uri, è divenuta nel tempo un appuntamento molto amato dal pubblico degli appassionati enoici. Un format che quest’anno consentirà di percorrere le piazze del centro storico urese trasformandolo per un giorno in una ideale “via del vino”.

Si partirà alle ore 19 da piazza Felice Alisa, dove sarà possibile acquistare il calice e successivamente intraprendere i percorsi degustativi. A impreziosire la serata l’immancabile Coro di Uri, ma non solo, ancora tanta musica live e Dj set finale. A fianco delle degustazioni i cantinieri proporranno sfiziosi abbinamenti gastronomici con ottimi prodotti tipici locali.

“Sa die de su inu” è organizzata dall'Associazione “Amici Del Vino Uri” con contributo e patrocinio del Comune di Uri e in collaborazione con il Coro di Uri. «Gli ingredienti che portano questa bellissima manifestazione sotto le luci della ribalta degli eventi del territorio del Coros sono l'ottimo vino, un bellissimo centro storico, prodotti gastronomici locali e tantissima voglia di fare – hanno detto “Amici Del Vino Uri” –. “Sa die de su inu" si sta, con il tempo e l'impegno, proponendo come un evento che si annovera tra quelli di spicco per il nostro Comune, insieme alla Sagra del Carciofo. Tra le nostre terre i prodotti dell'agricoltura trovano fertili e generosi nutrienti che si traducono in prodotti da assaggiare e degustare di eccellente qualità e bontà. Le premesse per accogliere gli esperti assaggiatori e gli amatori del buon vino e della buona compagnia ci sono tutti».

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative