La Nuova Sardegna

Sassari

La tragedia

«Addio Sebastiano, rimarrai per sempre nei nostri cuori»: Ittiri e Alghero sconvolte per la morte del 18enne

di Nicola Nieddu
«Addio Sebastiano, rimarrai per sempre nei nostri cuori»: Ittiri e Alghero sconvolte per la morte del 18enne

Lo studente ha perso la vita giovedì in un terribile scontro frontale con un’auto mentre era in sella alla sua moto in via Umberto

13 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Ittiri Dolore, sgomento, ricordi e commozione. La tragica morte di Sebastiano Pasquarelli, il 18enne che ha perso la vita alle 14 di giovedì in un terribile scontro frontale con un’auto mentre era in sella alla sua moto in via Umberto, ha segnato profondamente i cuori. In paese, dove a farsi portavoce del cordoglio è il sindaco Antonio Sau: «Un dramma che colpisce l’intera comunità, quando a morire è un ragazzo così giovane non ci sono parole giuste da dire, ma solo vicinanza da esprimere alla famiglia, che porto da parte di tutta l’amministrazione e della comunità». Ma anche ad Alghero, dove Sebastiano, che proprio in questi era raggiante perché stava per cominciare un percorso di alternanza scuola-lavoro che gli avrebbe consentito di mettere a frutto la sua passione più grande, quella per le moto e i motori in generale, frequentava l’Ipia.

«Un amico generoso e sempre sorridente», così lo ricordano i compagni. «Era un ragazzo solare, poteva sembrare duro, ma era molto affettuoso e di buon cuore e trasmetteva allegria». Ieri mattina il clima all'Istituto Professionale di via Don Minzoni era surreale, racconta qualche insegnante, «abbiamo fatto l'appello, poi alunni, insegnanti e tutto il personale che opera a scuola, ci siamo ritrovati nel cortile interno con lo scopo di ricordare Sebastiano». Nessuno è riuscito a dire nulla, tutti come pietrificati. Per circa 40 interminabili minuti, tutti sono rimasti in silenzio a riflettere, ricordare Sebastiano Pasquarelli. Un silenzio che, dopo 40 minuti, è stato spezzato dalla voce di uno degli insegnanti che, con voce rotta dall'emozione, ha detto: «se ci fosse stato Sebastiano tutto questo silenzio, forse non ci sarebbe stato». Frase accompagnata da un lunghissimo applauso che ha coperto, in parte, il pianto e le tantissime lacrime.

Visto lo stato d'animo, la lezione è saltata, ma gli studenti sono voluti rimanere ugualmente a scuola a parlare tra loro e con gli insegnati, tutti a ricordare Sebastiano. Così come nella pagina ufficiale della scuola su Instagram e Facebook con un post, intitolato “Ciao Sebastiano”, con un collage fotografico che lo ritrae in primo piano e con la sua amata moto. Poi tanti commenti: addio amico mio, continua a brillare come hai sempre fatto, scrive Andrea; oppure Ciao Sebastià, sempre con noi, vola in alto, scrive, invece, Sara. Nei compagni di scuola e negli insegnanti dell'Istituto Professionale, rimarrà per sempre, in maniera indelebile, un ricordo e uno spazio nel cuore per Sebastiano. Proseguono nel mentre le indagini degli agenti della polizia municipale di Ittiri, coordinati dal comandante Pier Stefano Pisoni, che hanno svolto i rilievi insieme ai carabinieri. A loro toccherà ricostruire l’esatta dinamica del terribile incidente e fare chiarezza sulle responsabilità.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative