La Nuova Sardegna

Sassari

Polizia locale

Sassari, accusato di rapina a mano armata: il Gip conferma il carcere

Sassari, accusato di rapina a mano armata: il Gip conferma il carcere

Un giovane dell’hinterland sarebbe il responsabile dell’episodio del 10 aprile a Caniga

03 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sassari ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per un giovane già detenuto per reati simili, accusato di rapina a mano armata. L'episodio incriminato risale al 10 aprile, quando il giovane avrebbe assaltato un negozio di alimentari a Caniga. Secondo quanto riportato, l'accusato sarebbe entrato nel negozio armato di una pistola giocattolo modificata per apparire come un'arma vera, con l'intento di intimidire la titolare affinché gli consegnasse l'incasso.

Per occultare la sua identità, l'uomo aveva indossato un cappuccio e un paio di occhiali da sole molto vistosi. La decisione di applicare una misura cautelare così severa, come la detenzione in carcere, è stata presa dopo attenta valutazione da parte del giudice, su richiesta del pubblico ministero. Tale scelta è stata motivata dalla percezione di un alto rischio di reiterazione del reato: l'indagato ha dimostrato una capacità di pianificazione e esecuzione del reato con una certa disinvoltura e rapidità, elementi che suggeriscono una pericolosità sociale elevata e una quasi totale assenza di inibizioni nel commettere atti criminosi.

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative