La Nuova Sardegna

Sassari

Carabinieri

Arrestato a Sassari il rapinatore messo in fuga dalla tabaccaia

Arrestato a Sassari il rapinatore messo in fuga dalla tabaccaia

A maggio aveva minacciato la donna con una pistola e il volto coperto. Lei lo aveva affrontato e cacciato dal negozio in corso Trinità

07 giugno 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Aveva tentato una rapina a mano armata il 5 maggio in corso Trinità e venne messo in fuga dalla tabaccaia. I carabinieri di Sassari lo hanno arrestato, con i militari della sezione operativa, supportati dal radiomobile, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Sassari.

Si tratta di un sassarese di 39 anni, disoccupato, che dalle indagini è stato ritenuto responsabile della rapina fallita alla tabaccheria nel centro storico di Sassari. Con la pistola in mano e il volto coperto aveva cercato di portarsi via l’incasso ma la veemente reazione della dipendente, che lo aveva affrontato prendendolo a calci e schiaffi, lo aveva costretto alla fuga.

I carabinieri lo hanno identificato grazie alla testimonianza della donna e alle immagini dell'impianto di videosorveglianza interno della rivendita, che ha registrato tutte le fasi della mancata rapina. Video in seguito diffuso e diventato virale, con la coraggiosa reazione della dipendente che aveva guadagnato un eco nazionale.

 Il 39enne si trova ora nel carcere di Bancali a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Primo Piano
Incidente stradale

Tragedia a Pula: investe un cervo con lo scooter, cadendo batte il capo e muore

Le nostre iniziative