La Nuova Sardegna

Sassari

L’allarme

Sassari, l’assassino di Monica Moretti uscito dal carcere a Roma e riarrestato: perseguitava la fidanzata di Federico Ciontoli


	Raimondo Gaspa nel 2003 durante il processo per l'assassinio della urologa di Sassari Monica Moretti
Raimondo Gaspa nel 2003 durante il processo per l'assassinio della urologa di Sassari Monica Moretti

Raimondo Gaspa aveva notato la ragazza durante le visite che faceva a Rebibbia dove il giovane è rinchiuso perché coinvolto nell’omicidio del ventenne Marco Vannini

17 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma Secondo la ricostruzione fatta dalla polizia Raimondo Gaspa avrebbe cominciato a molestare Viola Giorgini, la ventenne fidanzata di un altro detenuto, Federico Ciontoli, il giorno stesso in cui è uscito dal carcere di Rebibbia dopo 22 di reclusione per aver assassinato nel 2002 con 51 coltellate una giovane dottoressa di Sassari, l’urologa Monica Moretti. Gaspa è di nuovo sotto accusa, stavolta per aver perseguitato una giovane che aveva notato durante i colloqui di lei col fidanzato recluso anch’egli a Rebibbia. Questo nuovo arresto di Gaspa solleva molti interrogativi cui dà voce l'assessora alle Attività produttive e Pari Opportunità del Campidoglio, Monica Lucarelli: «Questo caso dimostra ancora una volta quanto sia fondamentale e urgente rafforzare le misure di protezione per le donne vittime di violenza e stalking. Non possiamo permettere che chi ha già compiuto crimini così efferati continui a rappresentare una minaccia per la società e, soprattutto, per le donne. E' necessario un impegno congiunto e deciso da parte di tutte le istituzioni e degli enti preposti alla sicurezza per garantire che episodi del genere non si ripetano. E' inutile rendere più pesanti le pene se non si investe maggiormente in programmi di riabilitazione e monitoraggio post-detenzione per prevenire ogni forma di recidiva». 

Viola Giorgini, la giovane vittima dello stalking di Gaspa, è la fidanzata di Federico Ciontoli, condannato in via definitiva a 9 anni e 4 mesi di carcere per concorso anomalo in omicidio volontario, di Marco Vannini, il 20enne ucciso la notte tra il 17 e il 18 maggio 2015, con un colpo di pistola sparato da Antonio Ciontoli, padre di Federico.

Raimondo Gaspa aveva adocchiato la sua “preda” durante l'attesa per un colloquio in carcere. L'uomo, dopo essersi procurato il numero di telefono della ragazza, ha iniziato a perseguitarla e a molestarla, facendole anche pesanti proposte a sfondo sessuale, al punto da indurla, preoccupata e spaventata, a cambiare la propria residenza.

Raimondo Gaspa oggi 52enne uccise Monica Moretti, medico alla Asl di Sassari, dopo averla conosciuta nel reparto ospedaliero in cui Moretti prestava servizio come urologa. Si era invaghito di lei, «La chiamavo, ma non voleva conoscermi – aveva dichiarato Gaspa durante il processo -. Mi sono innamorato all'ospedale, ma lei non voleva saperne di me. Così ho deciso di andare a casa sua». Nel 2005 fu condannato a 30 anni di reclusione.

Le indagini sull'episodio di stalking sono state effettuate dai carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato e dagli investigatori del Nucleo Operativo della Compagnia di Trastevere, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma. 

In Primo Piano
Stati Uniti

Joe Biden annuncia il suo ritiro: non correrà per la Casa Bianca

Le nostre iniziative