La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Dinamo

Banchi non si fida: «Dobbiamo dare il massimo»

Il coach delle “scarpette rosse” avverte i suoi: «Sfida durissima, occhio al talento di Sassari»

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. La dominatrice della regular season si prepara alla battaglia con la principale outsider aggrappandosi alla cabala. Da quando esistono i playoff l’Olimpia Milano è arrivata prima nella stagione regolare per quattro volte, e tutte le volte è poi approdata in semifinale. Solo in una di queste occasioni è però riuscita a conquistare lo scudetto.

Alla vigilia della sfida con la Dinamo, coach Luca Banchi sceglie un profilo basso, memore forse delle sofferenze patite con Pistoia, ultima classificata della griglia playout. «Il secondo turno dei playoff – sottolinea l’allenatore di origine senese – ci mette di fronte a un’avversaria temibilissima come Sassari, che sta attraversando un grande momento di forma, come testimoniato dal primo turno, nel quale è stata capace di liquidare Brindisi in soltanto tre partite».

La faticosa vittoria con Pistoia obbliga i “milionari” griffati Armani a giocare al massimo delle loro potenzialità. Perché, come i quarti di finale hanno dimostrato, le sorprese possono essere sempre dietro l’angolo. «Arriviamo a questa gara sapendo di dovere approcciare la serie nel miglior modo possibile – aggiunge il coach della formazione meneghina –, con un’avversaria dotata di un incredibile talento, sia dal punto di vista tecnico che fisico».

L’Ea7 potrà contare sul fattore campo e la serie si aprirà con due sfide sul parquet del Forum di Assago. Anche il pubblico farà la sua parte. «Spero che questa serie sia contraddistinta da una cornice di pubblico ideale – è l’appello di Luca Banchi –, che sappia spingere la nostra squadra verso l’impresa di superare il turno al cospetto di un avversario di grandi potenzialità».

In Primo Piano
Cronaca

Sassari, tenta di uccidere un uomo col camion: lui arrestato, il 54enne è gravissimo in ospedale

di Gianni Bazzoni
Le nostre iniziative