La Nuova Sardegna

Sport

Si assegnano a Oristano i titoli di salto ostacoli

di Giovanni Manca
Si assegnano a Oristano i titoli di salto ostacoli

Da oggi a domenica a Sa Rodia tutti contro il campione sardo in carica Murrutzu Oltre 250 i binomi impegnati, si gareggia anche per 1º grado, 2º grado e Brevetti

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Saranno gli impianti della Soe di Oristano a ospitare i campionati sardi di salto ostacoli, in programma da oggi a domenica nelle strutture di Sa Rodia. Oltre ai campionati, che saranno divisi in Assoluti, II° grado, I° grado e Brevetti Junior e senior, sono in prograsmma anche quattro trofei di vario livello, dagli ostacoli da un metro e 25 fino alle barriere di 0,60 per i pony.

All’annuale kermesse dell’equitazione isolana sono iscritti 233 binomi, ottanta ai campionati e centocinquantatre ai vari trofei. Tutti si daranno battaglia per tre giorni sul campo in erba della Società oristanese di equitazione.

Ai campionati ci si può iscrivere con un unico cavallo. Il via oggi, dalle otto del mattino fino a tarda sera, con la prima prova che prevede una qualche forma di rodaggio con ostacoli ribassati di 5 cm rispetto agli standard di categoria. Tutti i concorrenti riprenderanno domani dalla stessa ora, ma gli ostacoli saranno di 140 cm per gli assoluti, 130 cm per il I° grado e cm 110 per i Brevetti.

Domenica la terza prova vedrà i binomi impegnati sempre sulle altezze massime, ma anche stanchi per l’attività precedente, mentre il sistema di punteggio premierà con un punteggio superiore proprio la giornata conclusiva.

La formula è molto selettiva, tre gare in tre giorni, ma il montepremi e il prestigio del titolo sardo meritano uno sforzo in più. La formula dei campionati sarà applicata anche ai trofei, dove però si potranno portare in gara fino a tre cavalli e le altezze dei percorsi sono di 10 cm più modeste. In queste prove saranno presenti i cavalli che non sono stati scelti per i campionati.

Lo scorso anno la vittoria degli Assoluti è andata a Giangi Murrutzu in sella a Velex, quest’anno la sfida sarà portata da altri 11 tra cui spiccano il fratello Antonio, Enrico Carcangiu, Alessandro Anedda e Alberto Tatti, senza dimenticare le amazzoni Beatrice Penco Sechi e Elena Lorenzoni.

Tra i diciassette concorrenti con il I° grado sono da seguire in maniera particolare i giovani leoni della scorsa Piazza di Siena Marta Frau e Thomas Dastara, che sfideranno cavalieri di riconosciuto valore come Francesco Iriu, Giovanni Carboni e Andrea Deledda, che con Isiraider è campione in carica di questa categoria. Il campionato dei brevetti è diviso tra 17 seniores e 34 juniores, e per ambedue i gruppi è difficile azzardare un pronostico.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative