Una squadra capace di soffrire con tante frecce nel proprio arco

CAGLIARI. Non è solo da combattimento il Cagliari griffato Walter Zenga. È una squadra che esprime qualità nelle giocate e non solo quantità. I numeri dicono che rispetto allo scorso campionato i...

CAGLIARI. Non è solo da combattimento il Cagliari griffato Walter Zenga. È una squadra che esprime qualità nelle giocate e non solo quantità. I numeri dicono che rispetto allo scorso campionato i rossoblù hanno quattro punti in più, 40 contro 36 e una posizione di classifica leggermente migliore: sono undicesimi, un gradino più in alto di un anno fa. Il sogno europeo è difficile da raggiungere e solo la matematica tiene accesa la speranza. Per tagliare questo prestigioso traguardo bisognerebbe vincerle quasi tutte da qui alla fine. Il pareggio di Firenze è da accogliere positivamente. Nonostante le scelte forzate considerate le tante assenze, la squadra ha giocato alla pari (forse anche meglio) di un avversario che vale molto di più di quanto non dica la classifica attuale.

Scoperte. Mister Zenga ha capito di avere frecce importanti nel suo arco. Intanto ha recuperato un giocatore come Birsa che con Maran non ha mai avuto spazio. Coraggiosamente gli ha affidato le chiavi del centrocampo e la risposta ha soddisfatto il mister. Lo sloveno ha fatto molto bene in copertura, ma anche nella fase di costruzione ha dato il suo contributo. Se capisce che deve giocare di prima, può diventare un valore aggiunto nel finale di stagione, perchè Cigarini sembra ormai fuori dal progetto dopo le imprudenti dichiarazioni fatte dal suo agente nei giorni scorsi. Lykogiannis è tornato agli inizi della carriera. Schierato a sinistra nella difesa a tre, si è adattato bene al nuovo ruolo dimostrando la duttilità che gli allenatori apprrezzano tantissimo.

Conferma. Chiudere la stagione nella parte sinistra della classifica è fondamentale. Il presidente Giulini sta apprezzando il lavoro di Walter Zenga che si sta guadagnando la conferma per la prossima stagione. Il mister ha detto di trovarsi benissimo in Sardegna e che vorrebbe proseguire un lavoro appena cominciato. Messaggi d’amore al club che fanno intendere la possibilità di un prolungamento del contratto. Ma tutto passa dai risultati delle prossime partite. Sette finali con in palio tanta roba.

R.M.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes