Per il basket è il momento del dunque

Oggi scadono le iscrizioni al campionato di serie A, ottimismo per Roma e Cremona. Dinamo al lavoro ad Aritzo

SASSARI. La prima buona notizia è che, comunque vada, la telenovela estiva legata alla composizione del campionato di serie A finirà oggi. La seconda è che forse, ma è bene non dare ancora niente per scontato, non ci sarà alcuna defezione.

Con la Dinamo che suda in Barbagia e molte altre squadre che hanno iniziato a lavorare, il termine ultimo del 31 luglio è dunque arrivato e in giornata la Legabasket dovrebbe essere in grado di comunicare ufficialmente l’organico del campionato di serie A. Con la Vanoli Cremona, data da settimane per morta e sepolta, che dovrebbe essere riuscita a salvarsi, e con la Virtus Roma, la cui crisi era precipitata nelle ultime settimane, che potrebbe a sua volta restare agganciata in extremis alla massima serie. Se così fosse, la partita si chiuderebbe definitivamente con una serie A a 16 squadre e con la Reale Mutua Torino di Stefano Sardara ed Egin Ataman al via del campionato di serie A2. Ma in questi mesi le sorprese non sono mancate, quindi sarà il caso di avere pazienza per altre 24 ore.

Il confronto con Spadafora.Nel frattempo il cosiddetto “comitato 4.0” ha incontrato in videoconferenza il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Il presidente di Legabasket, Umberto Gandini, insieme ai rappresentanti di Lega Nazionale Pallacanestro, Lega Pallavolo Femminile e Lega Pro hanno portato sul tavolo del ministro diverse tematiche, dalle misure di carattere strutturali per sostenere le società sportive, al credito di imposta, sino al tema della riapertura degli impianti al pubblico. Spadafora ha annunciato che queste questioni saranno affrontate in maniera determinante la prossima settimana, e si è detto disponibile a valutare che nel prossimo Decreto del Presidente del Consiglio si possano introdurre alcuni allentamenti sulle norme per gli atleti, specie sui protocolli di quarantena. A proposito del Testo Unico sullo Sport, è stato chiesto che la riforma vada nella direzione di uno scambio tra un carico fiscale ragionevole e flessibile per i club.

Dinamo, day 5. I ragazzi di coach Gianmarco Pozzecco intanto continuano a sudare in quel di Aritzo, con il quinto giorno di preparazione che ha riservato per capitan Jack Devecchi e Marco Spissu un ulteriore “prova”, con un blitz verso Seui. I due giocatori biancoblù, accompagnati dal general manager Federico Pasquini, da coach Gianmarco Pozzecco, l’assistente Edoardo Casalone e il team manager Emanuele Fara, sono stati ricevuti dall’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Marcello Cannas e dall’assessore allo Sport e Spettacolo Danilo Porcu. Gli ospiti sono stati guidati attraverso il percorso museale del centro barbaricino, con la visita al carcere spagnolo.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes