Nainggolan vuole il Cagliari ma l’Inter chiede 10 milioni

Il centrocampista su Instagram ribadisce la volontà di fare ritorno in Sardegna. Marotta vuole cederlo a titolo definitivo, Giulini chiede un pagamento in più anni

INVIATO A CAGLIARI. Sul suo profilo Instagram Radja Nainggolan si definisce nuovamente un giocatore del Cagliari. Un errore o un indizio sul suo futuro? Che il centrocampo abbia la volontà di fare ritorno in Sardegna è noto. I pochi minuti che Antonio Conte gli ha concesso sabato nella gara tra Inter e Fiorentina, sono la conferma che a Milano il suo sarebbe un ruolo da comprimario. Una situazione che non gli piace per niente, perchè a 32 anni sa di poter essere ancora protagonista con una maglia diversa. E la maglia che vorrebbe indossare è quella rossoblù. Perchè nel capoluogo si sente a casa, perchè ha un rapporto speciale col tecnico Di Francesco, perchè lui è un leader e non un gregario.

Pressing. Il Cagliari non ha mai mollato la presa. I contatti tra il presidente Giulini e Beppe Marotta, amministratore delegato dei nerazzurri, non si sono mai interrotti. Si sta cercando la formula migliore per il trasferimento, in modo che nessuno alla fine sia scontento. L’Inter vorrebbe adesso una cessione a titolo definitivo e si potrebbe accontentare di 10 milioni. I Quattro Mori hanno un’idea: acquistare Radja ma dilazionare il pagamento del cartellino nel tempo, due-tre anni. A questa soluzione l’inter non è tanto favorevole, anche se dovrà tenere nella dovuta considerazione la volontà del calciatore, ormai abbastanza chiara. Si attendono sviluppi, ma la sensazione è che l’operazione possa andare presto a buon fine. Per il Cagliari sarebbe una manna dal cielo perchè a centrocampo ha bisogno di personalità.

Rinforzi. Di Francesco è stato chiaro: «Questa squadra va migliorata». Il patron rossoblù ha preso degli impegni con il mister e vuole accontentarlo. Ma è tra due fuochi: da una parte la voglia di arricchire la rosa, dall’altra lo sguardo a un bilancio che va tenuto sotto controllo. Intanto sono stati avviati i contatti con il Brescia per il terzino destro Stefano Sabelli. Si tratta di un ritorno di fiamma, considerato che l’esterno difensivo, 27 anni, era nella lista degli acquisti da qualche anno. L’anno scorso Sabelli ha disputato 36 gare con la maglia del Brescia, stagione sfociata con la retrocessione in serie B. Per il momento la trattativa è in fase preliminare, ma nei prossimi giorni i due club intensificheranno i contatti per cercare di raggiungere un’ intesa. Ai rossoblù serve un giocatore in quel ruolo adatto alla difesa a quattro. Faragò è stato adattatoma ha dei limiti.

Esterni. Di Francesco ha sicuramente bisogno di qualche esterno d’attacco, se non arriva sarà costretto a cambiare modulo. Joao Pedro a sinistra fa fatica, è sicuramente più pericoloso per gli avversari se sta vicino alla porta. Sottil è un ragazzo interessante ma ancora poco esperto ed ha bisogno di essere svezzato. Pereiro potrebbe essere una soluzione ma non sarà disponibile prima della fine di ottobre. Ecco perchè serve un giocatore che sappia fare tutta la fascia per dare sostegno all’attacco. In caso contrario sarebbe meglio tornare alle due punte.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes