Basket, contro Trieste Poz punta sulla difesa

Bendzius

La Dinamo nell’esordio casalingo cerca il bis dopo il blitz di Pesaro

SASSARI. Ore 18.15, PalaSerradimigni, palla a due per Dinamo-Trieste, seconda giornata della serie A di basket. È l’esordio casalingo dei sassaresi, vittoriosi nel primo turno a Pesaro. Anche Trieste viene da una vittoria, il netto 102-77 su Cremona. In tribuna 700 spettatori, tutti gli abbonati triennali (quasi 700 appunto), e quelli che avranno pescato uno dei pochi biglietti disponibili. La Dinamo ritrova il basket, e Sassari ritrova la Dinamo in piena tempesta covid. Ma l’importante è che si giochi. Vincere, poi, sarà un’altra cosa. La Dinamo ci proverà, come sempre, ma occhio perché Trieste gioca davvero bene.

«In questi giorni ci siamo allenati molto bene soprattutto dal punto di vista difensivo – spiega il coach dei biancoblù, Gianmarco Pozzecco –: nell’ultima partita abbiamo segnato 95 punti. Abbiamo giocatori di talento e di grande conoscenza e dunque per noi è più facile giocare in attacco rispetto alla difesa. Su questo dobbiamo lavorare, come si dice, dobbiamo essere tutti sulla stessa pagina, fare tutti la stessa cosa. I meccanismi vanno provati in allenamento, la voglia è condizionata da quanto vuoi essere efficace e puoi esserlo solo se in difesa si fa tutti la stessa cosa. Sotto questo profilo a Pesaro abbiamo avuto un enorme vantaggio dall’aggressività portata in campo da Jack Devecchi. Il capitano ci ha dato energia grinta, trasmettendo anche ai compagni la voglia di portare a casa la partita: gli altri – conclude il Poz – hanno fatto loro questa energia e il suo apporto ci ha permesso di portare a casa i due punti. Kaspar, poi, è un altro giocatore che ci è mancato molto». Nella Dinamo, che conta sul B,B&B Bilan, Burnell Bentzius, , è confermato il rientro di Gentile, ma anche l’assenza di Tillman, non ancora guarito dal problema alla spalla. Andrà in panchina pro forma.

Trieste invece dovrebbe recuperare Cavaliero. Coach Eugenio Dalmasson ha le idee chiare: «E’ un impegno complicato; Sassari è uno dei team più completi del campionato, ha una rosa importante con giocatori che ci potranno creare dei problemi. Da parte nostra, sarà importante elevare il livello del nostro gioco, per provare a causare qualche problema ai loro meccanismi».

Sulle chiavi della gara, coach Dalmasson fotografa l’incontro: «Dovremo limitare il più possibile la pericolosità del Banco di Sardegna in post basso, aspetto che ha caratterizzato il loro gioco specialmente negli ultimi anni. Da questa posizione riescono a costruirsi tiri da sotto ma anche a riaprire per le conclusioni dalla lunga distanza, dunque dovremo stare attenti in maniera particolare a questo aspetto. In più, hanno uno dei migliori pivot del campionato e tirano molto bene da tre, per cui dovremo essere all’erta a 360 gradi per poter competere con il Banco di Sardegna». (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes