Champions, Dinamo all’ultima spiaggia a Bamberg per un miracolo

A 48 ore dal ko di Saragozza il Banco ha un’ultima chance per tornare in corsa. Sassaresi sempre in emergenza, senza Spissu e Katic. Chi perde è eliminato 

SASSARI. Oltre le difficoltà, oltre una classifica che ha cancellato qualsiasi margine d’errore, e forse anche oltre le proprie possibilità. Serve un’impresa da inserire negli annali, stasera alla Dinamo, che a 48 ore dalla sconfitta di Saragozza scende in campo a Bamberg con tanti problemi e una sola certezza: soltanto una vittoria potrà consentirle di rincorrere le ultime flebili speranze di acciuffare la Final Eight della Champions League. In caso di sconfitta, la nona campagna europea dei sassaresi terminerà qui, trasformando gli ultimi due confronti interni della prossima settimana in un’inutile, triste e faticosa passerella.

Cambia la nazione, perché dalla Spagna si passa alla Germania, non cambiano gli attori rispetto a due sere fa: Gianmarco Pozzecco non potrà contare sui play Marco Spissu e Toni Katic e dovrà ancora una volta chiedere ai suoi ragazzi uno sforzo supplementare per provare a violare il parquet bavarese e tentare un disperato inseguimento ai cechi del Nymburk.

Finché c’è vita c’è speranza, comunque, e allora è giusto provarci sino all’ultimo, anche perché nel frattempo i due infortunati, Bendzius e Treier, stanno riprendendo giri, il “panchinaro” Chessa sta dando una mano importante e Burnell sta reggendo il sacrificio di dover spesso portare palla per alleggerire il compito di Gentile e dello stesso Chessa.

La Dinamo può e deve provarci, anche perché dall’altra parte ci sarà una squadra che a sua volta non può commettere passi falsi e che con la sconfitta interna di due sere fa contro Nymburk potrebbe avere subito un durissimo colpo a livello psicologico. I tedeschi hanno tra i punti di forza la guardia Michele Vitali, che all’inizio della scorsa stagione ha conquistato la Supercoppa Italiana con la maglia del Banco di Sardegna. La squadra di coach Johan Roijakkers occupa l’ottavo posto nel campionato tedesco, dove arriva da cinque vittorie consecutive. In questa Champions, dopo avere dominato la regular season con 6 vittorie in 6 partite, è partita male nei playoff, perdendo le prime due gare in trasferta. Poi la roboante vittoria su Saragozza della scorsa settimana (+41), seguita dal ko di martedì con Nymburk, che rende quello di oggi un match senza appello: chi perde è eliminato.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes