Cagliari all'inferno e ritorno: 4-3 in extremis al Parma

I rossoblù inseguono per tutta la partita e poi ribaltano il risultato con Pereiro e Cerri nei minuti di recupero

CAGLIARI. Incredibile 4-3 per il Cagliari alla fine di una partita allucinante. Con la squadra finita sotto prima 2-0 e poi 3-1. Invece a tempo scaduto, sul 3-2 per i ducali, ecco le reti di Pereiro e Cerri che hanno ribaltato il risultato. Tre punti straordinari al termine di un match in cui i rossoblù avevano sempre inseguito e per la verità giocato malissimo. Al di là della sbornia per il successo, i rossoblù devono cambiare rotta, altrimenti la retrocessione non potrà essere evitata.

Lo spareggio per il Cagliari era iniziato malissimo. Il Parma va in vantaggio al 6’ con un tiro di Pezzella da fuori area sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Cagliari va in apnea e dà il primo segnale di ripresa al 12’, quando Nainggolan pesca al limite Nandez che tira di destro ma sbaglia la mira. Al 18’ tocca a Marin scaldare le mani di Sepe con un destro dalla distanza. Il Parma non sta a guardare e al 23’ c’è ancora un tiro, in area, di Pezzella su cui stavolta il vice-Cragno Vicario respinge.

Al 25’ cross di Zappa, Pezzella tocca con il gomito accompagnando con il movimento il pallone. L’arbitro dà in un primo momento il rigore, poi cambia idea, dopo il richiamo del Var. Uno choc per il Cagliari che dal possibile 1-1 subisce al 31’ il raddoppio del Parma da parte di Kucka smarcato in area. I rossoblù finalmente si scuotono al 40’ quando su un cross di Carboni dalla sinistra, Pavoletti stacca in area e mette dentro la palla dell’1-2. Al 47’ poi c’è una bella fiondata di Duncan che si perde sul fondo.

Il gol di Marin del 2-3

Al 5’ della ripresa il Cagliari sfiora il 2-2 con un’azione sulla destra di Nainggolan e conclusione su un rimpallato di Marin che finisce di un soffio a lato della porta di Sepe. Un lampo subito spento dal Parma che al 15’ ritorna sopra di due gol con Man che fulmina Vicario, non esente da colpe, da fuori area. Entrano al 21’ Pereiro e Simeone per Rugani e Duncan. E’ la mossa della disperazione, per il tecnico Semplici, per cercare di raddrizzare una partita ormai compromessa. Un minuto dopo c’è Marin che dal limite azzecca lo spiraglio e il punteggio cambia ancora: 2-3. Al 23’ cross di Godin e Joao Pedro di testa sfiora di un soffio il bersaglio. Al 26’ Kurtic si mangia un gol fatto da due metri. Al 35’ ancora Nainggolan prova a suonare la carica, scappa sulla destra e poi crossa al centro, dove Pavoletti spizza di testa ma manda la sfera fuori.

Poi un attacco continuo, molto confuso culminato al 46’ con un gran gol di Pereiro. 3-3? Ma manco per idea: al 49’ infatti ecco Cerri buttato nella mischia in extremis che di testa si ricorda di aver fatto una magia del genere contro la Sampdoria alla fine del 2019: il cross pennellato è di Pereiro. Testata dello spilungone del Cagliari e goooooool. 4-3, e si ricomincia.

Cagliari (3-5-2): Vicario, Rugani (20' st Pereiro), Godin, Carboni; Zappa (14' st Lykogiannis), Marin, Duncan (20' st Simeone), Nainggolan, Nandez (42' st Cerri), JoÒo Pedro, Pavoletti. (1 Aresti, 34 Ciocci, 40 Walukiewicz, 16 Calabresi, 23 Ceppitelli, 15 Klavan, 3 Tripaldelli, 19 Asamoah, 14 Deiola, 27 Cerri). All.: Semplici.

Parma (4-3-3): Sepe, Laurini (15' st Busi) Bani, Osorio, Pezzella (32' st Dierckx) Grassi, Brugman, Kurtic; Man (27' Valenti) Cornelius (27 Pellè), Kucka (1' st Mihaila) (21 Colombi, 22 Bruno Alves, 37 Camara, 19 Sohm, 35 Traorè, 32 Brunetta, 27 Gervinho). All.: D'Aversa

Arbitro: Valeri di Roma.

Reti: nel pt 6' Pezzella, 31' Kucka, 40' Pavoletti; nel st 15' Man, 21' Marin, 46' Pereiro, 49' Cerri.

Note. Angoli: 5-0 per il Parma. Recupero: 2' e 8'. Ammoniti: Pezzella, Marin, Duncan, Kurtic, Nandez, Nainggolan per gioco falloso.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes