Il Cagliari celebra con un suggestivo video Sa Die de sa Sardigna

Joao Pedro e Deiola protagonisti del breve filmato dedicato alla "Terra dei centenari" , proprio come la squadra più amata dai sardi

CAGLIARI. «La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi». Parola di Joao Pedro, mister quindici reti, da sette anni colonna del Cagliari. E poi la frase di Alessandro Deiola, nato a San Gavino: «Gli anziani sono il nostro più grande tesoro». Pronunciata in sardo.

Sono alcuni dei passaggi (la prima è una frase di Fabrizio De Andrè, genovese stregato dalla Sardegna) del video diffuso questa mattina dal Cagliari in occasione dei festeggiamenti per «Sa die de sa Sardigna». La dedica è per la "Terra dei centenari", proprio come il Cagliari, la squadra più amata dai sardi.

La giornata del 28 aprile è infatti dedicata alla festa del popolo isolano che ricorda i cosiddetti «Vespri Sardi», cioè l'insurrezione popolare del 28 aprile 1794 con il quale si allontanarono da Cagliari i Piemontesi e il viceré Balbiano in seguito al rifiuto del governo torinese di soddisfare le richieste dell'isola titolare del Regno di Sardegna.

Il video è un mini racconto che alterna natura, storia, tradizioni con le immagini della «Società Umanitaria - Cineteca Sarda». L'iniziativa fa parte della campagna ideata assieme dell'assessorato del Turismo, artigianato e commercio della Regione per promuovere le bellezze della Sardegna e le sue peculiarità. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes