Capozucca non ci sta e risponde a tono «Il rigore non c’era»

BENEVENTO. Mentre il giudice sportivo ha squalificato sino a fine stagione il ds del Benevento Pasquale Foggia (ex Cagliari) per aver offeso dopo la gara con il Cagliari l’arbitro e gli addetti al...

BENEVENTO. Mentre il giudice sportivo ha squalificato sino a fine stagione il ds del Benevento Pasquale Foggia (ex Cagliari) per aver offeso dopo la gara con il Cagliari l’arbitro e gli addetti al Var, la società rossoblù torna sulle proteste dei campani. «Il rigore non esiste perché Asamoah ha il piede piantato a terra e Viola va a cercare il contatto trascinando vistosamente la gamba», ha detto il direttore sportivo del Cagliari Stefano Capozucca ieri.

«Mi dispiace - continua Capozucca - che non si sottolinei abbastanza che il Cagliari sul campo ha conquistato 13 punti su 15 nelle ultime 5 partite e che a Benevento non ha rubato nulla. All'andata al Cagliari fu annullato un gol pare per un lievissimo contatto di Pavoletti su Montipò. Abbattista la vide purtroppo così e abbiamo perso 1-2. Gli episodi possono girare in una stagione, ma lo voglio ribadire, il presunto rigore di domenica era inesistente. Bravo Doveri a tornare su una decisione che, a occhio nudo ci poteva stare, ma che rivista dal Var era chiaramente viziata da un tentativo di trovare un contatto in area di rigore.» Sulla vicenda si è espreso anche il presidente federale Gravina: «Nessun complotto contro il Sud, abbandonerei le logiche complottiste da cartone animato. (r.m.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes