Loi si mette in discussione

Il tecnico ospite: «Facciamo tutti un esame di coscienza»

SASSARI. Lo stadio sassarese decisamente non porta bene al Muravera, battuto sia dal Latte Dolce che dalla Torres. A confortare Francesco Loi, il suo afflitto tecnico, la certezza che per questa stagione non ci saranno più trasferte al "Vanni Sanna".

Si tenta così, con una battuta, di sdrammatizzare (senza riuscirci) una sconfitta reputata molto severa e che potrebbe aprire nuovi scenari per i sarrabesi perchè Loi, con l'umore a terra, lascia andare parole di un certo peso. «Dopo una partita così l'allenatore deve prendersi le proprie responsabilità, a cui non mi sottraggo. Questo 4-0 porterà la società a fare valutazioni, anche su di me. Dovremo tutti fare un esame di coscienza e trovare le giuste soluzioni, ma non ne abbiamo ancora parlato».

« A caldo è sempre sbagliato, analizzeremo nei prossimi giorni i problemi che ci hanno portato a questo tonfo. Complimenti alla Torres - prosegue il mister, che forse annusa già aria di esonero - che ci ha a tratti dominato. Ha prevalso per agonismo e voglia di far bene, noi siamo invece mancati proprio sul piano dell'aggressività. Non c'è ancora la mentalità necessaria per una squadra che deve puntare in primis alla salvezza, che non si raggiunge con l'atteggiamento blando visto in questa partita. Non siamo stati all'altezza. E' vero, abbiamo avuto qualche occasione importante per riaprire la sfida, ma i "miracoli" di Salvato ce lo hanno impedito".

Sa. U.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes