La Nuova Sardegna

Sport

Il Latte Dolce ci prova il Giugliano gli spiega perché è capolista

Il Latte Dolce ci prova il Giugliano gli spiega perché è capolista

Serie D, si interrompe la striscia positiva dei sassaresi Altea si è reso più volte pericoloso nell’area campana

05 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





GIUGLIANO3

LATTE DOLCE0

GIUGLIANO: Baietti; Boccia, Ceparano, C. Poziello, Gentile (36’st Caiazzo); Fornito (16’st Poziello R.), De Rosa, Mazzei; Cerone (44’st Mekki); Rizzo (34’st Scaringella), Kyeremateng (13’st Abreu). All. Ferraro

LATTE DOLCE: Carta (1’st Carboni); Salvaterra (10’st Pireddu), Bilea, Patacchiola, Medico; Cabeccia, Piga (1’st Nurra), Gianni; Grassi, Bartulovic (29’st Palmas), Altea (23’st Marcangeli). All. Scotto

ARBITRO: Torreggiani di Civitavecchia

RETI: 25’pt Rizzo (G), 6’st Rizzo (G), 17’st Abreu (G).

GIUGLIANO

S’interrompe la serie positiva che durava da due turni del Latte Dolce con la compagine di Scotto che al “De Cristofaro” trova un Giugliano cinico e spietato. Per i sassaresi è il secondo ko esterno stagionale. Dopo sessanta secondi Bilea prova a scendere sulla sinistra per creare scompiglio nella difesa di casa senza successo. Al 9’ la prima vera occasione per i sassaresi con Altea che riesce a mettere al centro una buona palla per Grassi che prova la conclusione con il portiere campano che para. Al 16’ è ancora Altea che prova il tiro con la palla che finisce alta sulla traversa. Il Giugliano si affida soprattutto a Kyeramateng con Patacchiola che per fermarlo si becca l’ammonizione al 20’. Due minuti dopo sono i padroni di casa che con De Rosa cercano la via del gol senza fortuna. E’ il preludio al vantaggio dei campani: è il 25’ quando Kyeremateng scende sulla sinistra e supera Patacchiola crossando al centro. Il portiere Carta non riesce a bloccare la sfera, arriva Rizzo che la mette in rete. La reazione del Latte Dolce è una conclusione di Bilea dalla distanza che Baietti para. La compagine sarda non riesce a trovare agevolmente la costruzione delle azioni d’attacco. Prima di andare a riposo, al 45’, occasione per gli ospiti con Bilea che mette al centro.

Nella ripresa al 47’ ci prova subito Altea dal limite ma il portiere di casa è attento e blocca. Due minuti dopo sempre il numero dieci sassarese non approfitta di un errore della difesa campana e spedisce alto da buona posizione. Proprio nel momento in cui il Latte Dolce aveva preso coraggio il Giugliano raddoppia. E’ il 51’ quando Rizzo anticipa di testa Salvaterra e ribadisce in rete l’angolo battuto da Cerone. Il Latte Dolce prova a reagire ma non riesce a sfondare la difesa di casa. Al 59’ ci prova Cerone per i campani con una conclusione dalla distanza che termina a lato. Al 62’ il Giugliano sigla la terza rete con Abreu.

Scotto a questo punto getta Marcangeli nella mischia. Al 68’ il neo entrato ha una buona intesa con Bartulovic ma la difesa di casa blocca. Due minuti dopo è sempre Bartulovic che riesce ad arrivare in area senza però trovare uno spiraglio per mettere in difficoltà la difesa campana. Il Giugliano è ormai padrone del gioco. Finisce 3-0.



In Primo Piano

Video

Olbia, la città saluta Gabriele Pattitoni: in migliaia al funerale del 17enne morto dopo un incidente

L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative