Dinamo in ripresa ma niente Final eight

I giocatori della Dinamo festeggiano la vittoria su Trento (foto mauro chessa)

La bella vittoria su Trento conferma i progressi della squadra sassarese

SASSARI. La Dinamo Banco di Sardegna non andrà alle Final Eight di Coppa Italia, ma con la vittoria di ieri contro la rivelazione Trento, ritrova definitivamente carattere, gioco e ottimismo. Una vittoria per 88-80 maturata al termine di una gara combattuta punto a punto fino all'ultimo quarto, quando i biancoblu trascinati da un super Robinson hanno dato lo strappo decisivo alla partita. La vittoria non vale il miracolo Final Eight, perché i due punti non consentono alla Dinamo di agganciare l'ottavo posto in classifica necessario per la qualificazione alla Coppa Italia in programma dal 16 al 20 febbraio a Pesaro.

Ma una Dinamo come quella vista ieri sul parquet del PalaSerradimigni ha tutte le carte in regola per puntare ai play off scudetto. Senza coach Bucchi fermato dalla positività al covid, e con il centro titolare Mekowulu a mezzo servizio a causa di una indisposizione intestinale avuta proprio la notte prima della partita, i biancoblu sono stati diretti alla perfezione da Giacomo Baioni.

«Grazie allo staff che ha trasmesso fiducia e grazie alla squadra che ha fatto un'eccellente partita; nonostante ci siano stati dei parziali siamo riusciti a portare via una partita fondamentale. È stata brava Trento a rientrare, abbiamo resistito a rimbalzo, siamo rimasti lucidi e abbiamo difeso con energia nonostante qualche tiro da 3 punti di troppo aperto. È stata una delle migliori prestazioni difensive dell'anno. Ci teniamo tantissimo a dedicare la partita a Piero Bucchi, persona eccezionale a cui vanno tutti i nostri pensieri oggi», ha commentato l'assistant coach a fine partita. Prossimo impegno domenica alle 20,45 a Brescia, non più per inseguire le finali di Coppa Italia, ma per costruire la Dinamo da playoff. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes