La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari

Cagliari, stai andando forte: 2-1 a Torino

Enrico Gaviano
Rossoblù in festa dopo il gol di Bellanova
Rossoblù in festa dopo il gol di Bellanova

Strepitoso blitz in trasferta e classifica che comincia a sorridere ai rossoblù: segnano Bellanova e Deiola, inutile la rete di Belotti

27 febbraio 2022
3 MINUTI DI LETTURA





Grande Cagliari a Torino. Vittoria 2-1 e salto in classifica importante nella corsa salvezza. Una partita quasi perfetta dei rossoblù che hanno giocato a viso aperto, a caccia del successo che avrebbe dato nuova linfa alle speranze rossoblù. Vantaggio nel primo tempo con il sempre più sorprendente Bellanova, pari in avvio di ripresa del solito Belotti e gol vincente di Deiola.

La cronaca. La prima grossa occasione è per il Cagliari al 3’: tiro di Grassi, respinta di Milinkovic Savic, testa di Joao Pedro ancora parata, e Deiola spreca. Al 10’ la risposta del Toro: Bremer tira sotto porta e Cragno devia. Cragno ancora al lavoro al 15’ quando spedisce in angolo un pallone calciato da fuori area da Belotti.

Al 21’ arriva il gol rossoblù: fallo laterale battuto da Dalbert, palla per Grassi in area che allarga per il solitario Bellanova che non ha difficoltà a insaccare. La reazione del Toro è furibonda. Al 30’ punizione di Brekalo che Cragno devia in angolo. Il portiere rossoblù si ripete al 37’ quando disinnesca un gran tiro al volo di Pjaca con l’aiuto della traversa.

La ripresa inizia con i fuochi artificiali. Il Torino pareggia all'8’ con Belotti colpevolmente lasciato solo a ricevere una punizione dalla destra. Risultato che resiste 8 minuti perché il Cagliari va di nuovo sopra al 16’ con un sinistro chirurgico da fuori area di Deiola che si infila angolatissimo alla destra del portiere granata. Al 30’ il Cagliari sfora ancora il gol, su calcio d’angolo ,  con un tiro da due passi di Goldaniga che in qualche modo il portiere granata intercetta.

Nel finale i rossoblù controllano bene la sfuriata del Toro e riescono a portare in fondo un successo di fondamentale importanza per la classifica. Quarta vittoria in un girone di ritorno straordinario in cui tutto è cambiato: da squadra materasso a squadra che gioca senza paura contro qualsiasi avversario. Un cambio dovuto soprattutto al lavoro di Mazzarri che ha rivoltato come un guanto il rendimento del Cagliari.

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Bremer, Rodriguez; Vojvoda (24' st Singo), Lukic (40' st Ricci), Pobega, Ansaldi; Brekalo (24' st Sanabria), Pjaca (40' st Seck); Belotti (34' st Pellegri) (1 Berisha, 5 Izzo, 6 Zima, 34 Aina, 70 Warming, 77 Linetty, 99 Buongiorno). All.: Juric.

Cagliari (3-5-2): Cragno; Goldaniga, Lovato (45' st Ceppitelli), Altare; Bellanova, Deiola, Marin, Grassi, Dalbert; Pereiro (15' st Pavoletti), Joao Pedro (1 Aresti, 31 Radunovic, 9 Keita Balde, 19 Gagliano, 22 Lykogiannis, 25 Zappa, 26 Cavuoti, 33 Obert, 39 Kourfalidis, 44 Carboni). All. Mazzarri.

Arbitro: Volpi di Arezzo.

Reti: nel pt 21' Bellanova; nel st, 8' Belotti, 16' Deiola.

Note. Angoli: 4-3 per il Torino. Recupero: 3' e 5'. Ammoniti: Lovato, Pobega, Goldaniga, Singo per gioco falloso, Pavoletti e Dalbert per comportamento antisportivo. Spettatori: 10.231 per un incasso di 216.818 euro.

[[atex:gelocal:la-nuova-sardegna:sport:1.41262598:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://www.lanuovasardegna.it/sport/2022/02/27/news/mazzarri-orgoglioso-un-cagliari-stupendo-1.41262598]]

In Primo Piano
Tragedia in mare

Castelsardo, turista tedesco muore annegato a Lu Bagnu

di Mauro Tedde
Le nostre iniziative