La Nuova Sardegna

Sport

coppa italia/semifinale d’andata 

Per Vlahovic i fischi, per la Juve un autogol vincente al 91’

Per Vlahovic i fischi, per la Juve un autogol vincente al 91’

FIRENZE. Non segna Dusan Vlahovic, atteso ex di turno accolto da un “Franchi” rovente al ritorno a Firenze, non segna Piatek che ne ha preso il posto anche come goleador viola. Quando tra Fiorentina...

03 marzo 2022
1 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. Non segna Dusan Vlahovic, atteso ex di turno accolto da un “Franchi” rovente al ritorno a Firenze, non segna Piatek che ne ha preso il posto anche come goleador viola.

Quando tra Fiorentina e Juventus, semifinale di andata di Coppa Italia, stava per non segnare nessuno, come nel Derby della Madonnina del giorno prima, al 92’ a segnare è il viola Lorenzo Venuti. Ma nella propria porta, in una carambola con Milenkovic su cross dalla destra di Cuadrado, che era stato decisivo in zona Cesarini anche nel precedente di quattro mesi fa in campionato. Serve un episodio così alla Juve, che era arrivata fin lì con un solo tiro in porta, per tornare dalla Toscana col sorriso e l’obiettivo finale un po’ più vicino in vista del ritorno del 21 aprile all’Allianz Stadium.

Osservato speciale ieri l’attaccante serbo, passato a Torino poco più di un mese fa, una ferita che brucia ancora. Ben 10.00 fischietti sono infatti stati distribuiti tra il pubblico fiorentino e probabilmente nessuno si è fatto scrupoli a usarlo per accogliere Vlahovic. Purtroppo, di contorno, anche qualche coro razzista: “Sei uno zingaro”, si è sentito distintamente durante il riscaldamento.

In Primo Piano
Meteo

Nubifragi e grandinate: dal Sassarese alle Baronie il maltempo colpisce il nord Sardegna

Le nostre iniziative