La Nuova Sardegna

Sport

Ippica

Galoppo, entusiasmo alle stelle: al via a Chilivani la 97ª stagione

di Bruno Marratzu
Galoppo, entusiasmo alle stelle: al via a Chilivani la 97ª stagione

Atteso un gran pubblico nell’ultracentenario impianto

14 aprile 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Ozieri Questo pomeriggio all'Ippodromo di Chilivani prende il via la stagione numero 97 di corse al galoppo, con i cancelli aperti circa un'ora prima dell'inizio della prima corsa fissato per le 14.40. L'impianto ozierese ultracentenario è tra quelli in Sardegna che raccoglie più presenze in termini di pubblico, secondo solo allo stadio del Cagliari Calcio e al PalaSerradimigni di Sassari.

La prima giornata del 2023 mette sul piatto tre interessanti debuttanti riservate ai mezzosangue maschi e castroni divisi per fondo e quella dei purosangue arabo.

Si parte con una condizionata riservata ai purosangue di 4 anni e oltre sulla distanza degli 1.800 metri: si rivede al Don Deodato Meloni Sa Filonzana, cavalla che si è fatta onore nel resto della penisola e che qui è il cavallo da battere; ci proveranno Land Of Giant e Furibondo tra i migliori Psi della scorsa stagione.

Per quanto riguarda la debuttanti per puledri purosangue arabo sui 1600 metri, tenendo conto delle indicazioni dei vari pedigree, piace Ermosu de Olisai, figlio dell'infallibile Divamer; attenzione puntata su Eldorado by Zaeem fratello del fortissimo Tornado by Zucchele, ma anche su Eden de Aighenta e Eranu by Zaeem.

Il sogno derby parte dalla “Debuttanti” riservata ai fondo arabo di 3 anni sui 1.600 metri: le linee femminili sono tutte buone, quelle più recenti indicano Enpire fratello della campionessa Tosca Prepotente; Emiro de Aighenta (1) e Erulledai (8) sono invece due Zaeem, rispettivamente fratelli del derby winner Urlo de Aighenta e della titolata Dringhijola.

Nella condizionata per anglo arabo di 4 anni sui 1600 metri il buon Chopin ha il vantaggio di essere già rientrato; Carmelino lo fa in questa occasione, occhio ai “giovani” Danubio de Mores, D'Andrea e Din Don.

Si prosegue con la debuttanti per fondo inglese sui 1600 metri: dando uno sguardo alle linee di sangue, balza all’occhio Eroe de Bonorva figlio della titolata Tirana de Bonorva; nell’anno della verità, il riproduttore Vintinoe in questa prova schiera Ebaciami, Elvis Creek e Entu Eranu.

In chiusura di convegno, la qualitativa Andromeda Star è la favorita della condizionata per purosangue di 3 sui 1600 metri; le alternative sono Matador, Super Destiny e Guresi.
 

In Primo Piano
Tribunale

Nuoro, Roberta Barabino condannata a 7 anni e 8 mesi di reclusione

di Valeria Gianoglio

Video

Olbia, il sindaco Nizzi sulla ruspa in versione operaio: «Giù il ponte di via Galvani»

Le nostre iniziative