La Nuova Sardegna

Sport

Nuoto in acque libere

Coppa del mondo a Golfo Aranci, Paltrinieri: «Nuoterò in un mare di sogno»

di Paolo Ardovino
Coppa del mondo a Golfo Aranci, Paltrinieri: «Nuoterò in un mare di sogno»

Oggi e domani la tappa sarda del mondiale con il campione italiano, gli altri azzurri e 156 atleti da 27 nazioni

20 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Golfo Aranci Certo, lo sguardo in queste ore è rivolto per lo più al cielo. Ma questa mattina lo spettacolo sarà nel mare di Golfo Aranci, che porta per la prima volta in Italia una tappa della Coppa del mondo in acque libere. È l’appuntamento più importante riservato al nuoto delle lunghe distanze.

È un gran peccato che il clima non aiuti. Le sfumature di azzurro della costa gallurese sotto Capo Figari non renderanno al meglio, sotto la pioggia battente che si preannuncia nella due giorni di gara, oggi e domani. Organizzatori e vertici Fin comunque esultano, e assicurano che anche con condizioni avverse il contesto golfarancino supera in bellezza molte altre tappe dove solitamente si svolge la coppa del mondo.

La nazionale italiana «ha convocato 24 atleti – così il responsabile Stefano Rubaudo –, molti alla prima esperienza». In mezzo anche due sardi: Marcello Guidi e Fabio Dalu. Il presidente Fin Sardegna, Danilo Russu, alla vigilia ringrazia Comune e Regione (presenti in conferenza il sindaco Mulas e l’assessore Fasolino) e assicura: «questa è la miglior vetrina per la Sardegna, senza contare che si tratta di un evento che non impatta sull’ambiente. Droni e telecamere, piuttosto, mostreranno le bellezze della regione più bella della Sardegna».

L’Italia punta tutto su Gregorio Paltrinieri, campione del mondo, e Domenico Acerenza: rispettivamente primo e secondo lo scorso giugno 2022 nella 10 km di Budapest. «Ormai vengo qui ogni mese – le parole di “Greg” –. Ho provato tante volte questo campo gara e ora avere qui una tappa è un sogno. È stato capito il potenziale della Sardegna. Le condizioni meteo sono messe in conto, è ancora maggio, l’acqua è fredda ma siamo pronti».

«Siamo abituati a gareggiare in contesti non così belli, che bello essere qua», così Acerenza. «Credo molte nazioni siano state attirate dalla spettacolarità della location», così Giulia Gabbrieleschi, bronzo mondiale sui 5 km.

Gli atleti in gara sono 156 in rappresentanza di 27 nazioni. Stamattina si comincia alle ore 10 con la dieci chilometri maschile e alle ore 13 con la femminile su uno specchio d'acqua a forma di quadrilatero lungo 1,6 km. Dopo sei giri i partecipanti convergeranno sul cono di entrata per concludere la performance proprio di fronte al porticciolo di Golfo Aranci. Nel pomeriggio (ore 16) frazione con gli atleti agonisti e master della 3 km e del miglio. Domani staffetta a squadre miste 4x1500 (ore 9) che può vantare la presenza di 12 squadre e 10 federazioni nazionali. Un’ora e mezza dopo si dà il via al Miglio Sprint sempre riservato agli iscritti al circuito Fin.

Le nazionali coinvolte: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Ecuador, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Hong Kong, Israele, Italia, Messico, Olanda, Perù, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taipei, Ucraina, Ungheria, Usa.

La tappa sarà visibile su Sky Sport Uno e sul canale Youtube della World Aquatics.
 

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative