La Nuova Sardegna

Sport

Basket Lega A

Ora questa Dinamo ha tutti i numeri per divertire ancora

di Antonello Palmas
Ora questa Dinamo ha tutti  i numeri per divertire ancora

Da zero a 33, assegnate le maglie

05 agosto 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Sbaglia chi pensa che si tratti di un rituale di secondo piano. In tutti gli sport la scelta dei numeri di maglia della stagione che va a cominciare non è mai un momento insignificante: non lo è per il giocatore, non lo è per i tifosi. Non lo è nemmeno quella della Dinamo Banco di Sardegna, che chiuso il mercato e in attesa di rendere note la data e il luogo del raduno al via dopo Ferragosto, ha reso noti i numeri per la prossima stagione. Ci sono numeri che hanno una storia, altri che ricordano giocatori amatissimi, di solito non si tratta di una scelta a caso. Perché infondo un po’ tutti noi dipendiamo dai numeri.

I nuovi Il play Alessandro Cappelletti avrà la maglia numero 0 che in passato fu di Marco Spissu e lo scorso anno di Jamal Jones (in passato anche di un altro play importante, Marques Haynes). La guardia Breein Tyree ha scelto la 5, la stessa maglia che aveva ad Ostenda. A Sassari la indossò un campione come Chalmers, ma anche Formenti e il finlandese Nikkila. Il play Stanley Whittaker avrà la numero 11 come a Würzburg, mentre il centro Stèphan Gombauld indosserà la numero 26, raddoppiando il suo numero preferito, il 13, che portava anche a Nancy e che ha lasciato a Raspino (il jolly piemontese molla la 23). Tra i nuovi Giganti, il greco Vasilis Charalampopoulos giocherà con il numero 33 (fu di Polonara), che ha usato solo a Pesaro, in passato aveva avuto sempre la 5 o la 15. Tra i nuovi mettiamo anche la giovane guardia Riccardo Pisano, ufficialmente nel roster: ha scelto la 2 che qualche anno fa fu di un certo Jaimes Smith, ma anche di un certo Bilan.

I cambi Kaspar Treier torna al suo 3 che indossa in Nazionale estone e che peraltro ben si abbina al suo nome: il 9 fu un ripiego per dare la precedenza al professor Logan, allora l’ala baltica spiegò che significava... 3 volte 3. Luca Gandini si riprende il 21 che a suo tempo aveva gentilmente ceduto a Mekowulu e che fu anche di Pierre, prendendo allora la 7, quella del suo giorno di nascita. Ma in realtà il suo numero preferito è il 18, come dimostra anche il suo nickname sui Instagram, gando18. E come già detto Raspino sarà 13.

Le conferme Invariate le altre maglie: il nuovo capitano Gentile è 22 (O’ pazz nella smorfia napoletana), Bendzius il 20 (all’arrivo a Sassari dovette abbandonare la 12, ritirata due volte sia nel dopo Rotondo che nel dopo Trevis Diener scegliendo la data di nascita della figlia). Mantengono il numero di maglia anche Kruslin (6) che sia al Cedevita che a Sassari ha dovuto cedere a Bilan la sua cara 2, ormai dimenticata; e Diop (resta con la 25 che indossa sin al suo secondo arrivo alla Dinamo, prima aveva sempre la 35). Nessuno ha osato puntare sulla 8 o la 10: troppo fresco l’addio al basket giocato di Devecchi e Chessa.
 

In Primo Piano
Il delitto

Donna uccisa dal figlio a Sinnai, l’auto di famiglia negata dietro la coltellata fatale

di Andrea Massidda

Viabilità

Lavori pubblici, entro l'anno resterà solo uno dei 10 cantieri sulla 131 tra Macomer e Porto Torres

Le nostre iniziative