La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Torres
Calcio

La Torres va all’assalto della Juventus Next Gen

di Roberto Muretto
La Torres va all’assalto della Juventus Next Gen

Serie C, i sassaresi a caccia della sesta vittoria di fila

01 ottobre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Affrontare la capolista è da sempre uno stimolo in più per la squadra avversaria. Fermare la corsa di chi sta in alto è una scarica di adrenalina per chi ci riesce. Un concetto che Alfonso Greco, allenatore della Torres, ha ripetuto ai suoi come un martello pneumatico durante tutta la settimana. Ad Alessandria la Juventus Next Gen sarà un avversario dalle mille motivazioni, pronto a mettere i bastoni tra le ruote a chi finora ha fatto percorso netto. I rossoblù lo sanno e sanno anche che in queste gare è fondamentale l’approccio. Guai a cedere l’iniziativa ai bianconeri, bisognerà essere da subito aggressivi e determinati, per evitare che chi ti sta di fronte prenda entusiasmo.

Scelte La Torres ha lasciato a casa Antonelli (infortunato) ed ha il dubbio Diakite che in settimana ha avuto qualche problema. Sarà Fabriani a completare la difesa a tre con Idda centrale. In attacco è pronto Fishnaller ad affiancare Scotto e forse Rucco. A meno che il tecnico non decida di aggiungere un centrocampista. Mastinu dall’inizio o a partita in corso è un dubbio che verrà sciolto oggi prima della gara che comincia alle 14. La sensazione è che almeno inizialmnte non sarà una Torres troppo sbilanciata in avanti. Contro un avversario che corre moltissimo e aggredisce potrebbe rivelarsi una scelta un po’ azzardata.

Il mister Prudenza e umiltà sono parole d’ordine per Alfonso Greco. Il timoniere della Torres getta acqua sul fuoco in ogni occasione. «Stiamo lavorando bene e con entusiasmo -a detto prima della partenza per Alessandria - . Dobbiamo concentrarci su una partita per volta. Siamo consapevoli dell’entusiasmo che si sta creando attorno alla squadra, ma a noi non ci deve coinvolgere totalmente». Greco sa che bisogna stare concentrati, guai a distrasi un attimo in un girone compolicato. «I ragazzi sono consapevoli che si sta facendo qualcosa di importante, ma questo con la massima umiltà e il rispetto per tutti, fattore che ci ha sempre contraddistinto durante queste prime giornate di campionato. Dobbiamo continuare su questa strada». Messaggio chiarissimo alla squadra e a tutto l’ambiente.

Gli avversari La Juventus Next Gen, seconda squadra della Signora, è reduce da due vittorie di fila. L’ultima nel recupero giocato mercoledì contro la Recanatese. È una formazione giovani, sono tutti poco più che ventenne con tre-quattro giocatori esperti. Il tecnico Massimo Brambilla lavora seguendo le orme di Max Allegri ed esprimendo più o meno gli stessi concetti calcistici. L’obiettivo è mantenere la categoria, anche se un pensierino ai playoff verrà fatto.

Mese intenso Ottobre darà molte risposte sulla Torres. I rossosoblù giocheranno sei partite: cinque di campionato e una di Coppa Italia, mercoledì prossimo al Vanni Sanna in notturna con l’Olbia. Dopo la Juventus, nell’ordine i sassaresi se la vedranno con Lucchese in casa, Perugia fuori, Pontedera al Sanna, Pescara in trasferta e Spal a Sassari. Faccia faccia praticamente con tutte le big del girone per capire se davvero si può cominciare a sognare. © RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Scuola

L'assessora Ilaria Portas: «Niente smartphone in classe, ma la decisione va spiegata»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative