La Nuova Sardegna

Sport

Serie A

Claudio Ranieri avverte il Cagliari: «Contro il Lecce gara durissima»

Claudio Ranieri avverte il Cagliari: «Contro il Lecce gara durissima»

Il tecnico deciderà la formazione all’ultimo momento. «Diversi giocatori ancora non in perfetta forma»

03 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari C’è ancora qualche dubbio sulla formazione che scenderà in campo domenica contro il Lecce in una partita fondamentale per la salvezza. Ranieri rivela che «i ragazzi che non hanno giocato lunedì stanno recuperando. Stanno in po’ meglio Dossena, Nandez , Oristanio. Mina? Per ora non lo vedo bene. La formazione? Domenica tiro la rete e vediamo che pesci ci saranno dentro». Tradotto , schieramento a tre o a quattro dietro e il resto Ranieri lo tiene coperto. «Non facciamo sapere troppe cose agli avversari - dice con un sorriso -. Anche perché abbiamo davanti un Lecce molto forte che mi ricorda il Verona. È la squadra che ha vinto più duelli individuali, significa che lottano forte e sono compatti. E poi nelle ultime gare sono quelli che hanno fatto più gol fra le squadre che lottano per non retrocedere».

La sconfitta contro il Genoa è stata pesante. Ranieri invita ad andare oltre. «Ho detto ai ragazzi che dopo la serie di partite buone ci sta anche di perdere . Ho chiesto di mettersi sul pezzo e pensare subito al Lecce». Mina insomma potrebbe non esserci. «Non so, ripeto. Di certo è un giocatore importantissimo per noi. Mancava a Monza e abbiamo perso, mancava anche a Genova e abbiamo perso».

Rientra Luvumbo e anche Petagna ha migliorato il suo stato di forma. «Sapete che per me sono tutti importanti e dunque avere più scelte visto i cinque cambi mi aiuta. Sta bene anche Lapadula , Luvumbo ritorna dopo la squalifica e Petagna si sta allenando molto bene. Pian piano stiamo recuperando anche Mancosu e Pavoletti». Contro il Lecce comunque la pressione sarà forte. «È un match che vale tanto per noi - conclude Ranieri -. Ma se è vero che noi dobbiamo dare punti è anche vero che dobbiamo considerare l’avversario che abbiamo davanti, che è molto forte. Una squadra intraprendente. Per questo spero di avere come abbiamo sempre avuto il sostegno del pubblico che deve tifare e avere pazienza».

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative