La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Torres
Calcio

Torres ora si fa sul serio, si comincia a Benevento

di Roberto Muretto
Torres ora si fa sul serio, si comincia a Benevento

Oggi, martedì 21, alle 20.30 (diretta Sky), l’andata dei quarti dei playoff di C. I rossoblù con un dubbio: Mastinu tra le linee o a centrocampo

21 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari L’attesa è finita. Oggi la Torres si rimette in marcia con un preciso obiettivo: raggiungere il traguardo e scrivere una pagina di storia. Già, perché vincere i playoff vorrebbe dire essere promossi in Serie B, una categoria sconosciuta per Sassari. Ma è meglio andare per gradi e focalizzarsi sul Benevento, il primo avversario in un cammino pieno di ostacoli. E che avversario! Una squadra blasonata, con trascorsi in A e B, formata da giocatori che hanno calcato palcoscenici importanti del pallone. Con una tifoseria caldissima che sa trascinare i propri beniamini. Un fattore non secondario, del quale i rossoblù dovranno tenere conto. Guai a dare entusiasmo ai giallorossi, sarebbe come farsi un autogol.

Tattiche Di fronte due squadre che hanno caratteristiche simili. Intanto non sono rinunciatarie, provano sempre a giocare e hanno in squadra calciatori che dentro l’area possono inventare sempre la giocata. I rossoblù adottano il modulo a due punto con il trequartista, mentre il Benevento gioca col 4-3-3 e prova sempre a sfruttare le corsie. Questo perché ha sigli esterni giocatori che sanno fare le due fasi, sono abili nell’uno contro uno, hanno i piedi vellutati e sanno crossare benissimo. Facile prevedere che sarà una sfida giocata a viso aperto, anche se i due allenatori non trascurano la fase di non possesso.

Scelte Greco ha tutti a disposizione eccetto Lora, infortunato. Nemmeno sotto tortura anticiperebbe le sue idee ma la formazione ha un solo dubbio. Giocherà Mastinu dietro le punte (Scotto e Fischnaller) e Ruocco starà fuori, oppure Mastinu sarà schierato a centrocampo e l’attaccante campano tra le linee? In questo caso il sacrificato sarà uno tra Kujabi e Cester, col primo che sembra leggermente favorito. Ma è difficile dire che cosa farà Greco, anche perché durante gli allenamenti il tecnico ha provato molte situazioni di gioco, cambiando spesso gli interpreti. Intoccabile il trio difensivo formato da Idda-Antonelli-Dametto, così come Giorico in mezzo al campo, l’uomo che deve dare i tempi di gioco, l’equilibratore della Torres, sul quale il Benevento, facile prevederlo, monterà una marcatura a uomo.

Tensione I playoff sono partite speciali. Difficile assistere a gare con tanti gol. Spesso sono gli episodi a fare la differenza. La Torres dovrà essere abile a portare dalla propria parte le situazioni favorevoli. Per farlo servirà attenzione, tanta determinazione, tenere i nervi saldi, aiutarsi a vicenda. Insomma, le cose che i rossoblù hanno fatto per quasi tutta la stagione regolare, ad eccezione di qualche partita. A Benevento troveranno una tifoseria che si fa sentire ma Greco ha in squadra giocatori esperti, alcuni dei quali sanno cosa significa giocare gli spareggi. Mastinu è uno di questi e li ha anche vinti con lo Spezia. Può essere lui l’arma in più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative